Deframmentare la RAM


Buona ottimizzazione della memoria significa velocità e stabilità.

Anche la memoria RAM, come i dischi fissi, di tanto in tanto va ottimizzata.

Fast Defrag 2 è un programma (gratuito e in italiano) che controlla la gestione della memoria RAM installata sul computer, ottimizzandone il funzionamento e procedendo alla sua deframmentazione.



 Questo tipo di memoria, infatti, serve per allocare (anche se solo temporaneamente) dei dati, e può accadere che questi risultino frammentati (non contigui), come accade per i file stipati sul disco fisso. In queste pagine vi spieghiamo come funziona questo piccolo ma potente programma, il cui scopo è incrementare la stabilità e la velocità del computer.

abbassa la frequenza di funzionamento

Foto di una normale Ram installata nel tuo computer Desktop

Tra gli altri dati, sono presenti anche il totale della memoria installata e il totale di quella disponibile. Se fate clic sul pulsante Pulisci, il programma cerca di recuperare la maggior parte di memoria libera possibile, senza chiudere i programmi aperti o i componenti del sistema operativo attivi. La seconda schermata, vale a dire “Task manager”, dà la possibilità di scorrere l’elenco dei programmi attualmente in esecuzione nel sistema e, se necessario, chiudere uno o più processi, premendo semplicemente il pulsante Termina, dopo aver selezionato ogni singolo processo.

Quando tentate di chiudere un processo, il programma vi avverte che l’operazione è possibile, ma pericolosa. In alcuni casi, infatti, chiudere il processo sbagliato potrebbe significare una perdita di dati o l’instabilità del sistema.

   A tal proposito, prima di chiudere processi che non conoscete, vi conviene scoprire a quale programma si riferiscono, se è possibile terminarli senza problemi o se è meglio lasciarli in esecuzione. Selezionate la voce che vi interessa, quindi fate clic sul pulsante “Localizza processo”, come mostrato in figura. Automaticamente si aprirà una sessione di Esplora risorse, che svelerà a quale file eseguibile (di sistema o non) si riferisce il processo. La scheda “Impostazioni SO” permette di accedere ad alcuni dei più importanti strumenti di personalizzazione del sistema operativo, come il Pannello di controllo, il Registro di sistema, Installazione applicazioni e via dicendo.

Tra questi, è accessibile anche la cartella “Esecuzione automatica”, dove sono inseriti i collegamenti a quei programmi che sono aperti automaticamente all’avvio del sistema operativo. La finestra “Opz. programma” contiene le opzioni di personalizzazione di Fast Defrag. Queste sono divise in due gruppi: “Opzioni” e “Ulteriori opzioni”. Le prime servono per personalizzare il funzionamento del programma; le seconde per cambiarne l’aspetto. Nella parte inferiore della finestra trovate un riferimento al “Memory guardian”. Si tratta di uno strumento che permette di razionalizzare l’ottimizzazione della memoria, lanciandone la pulizia se si verificano determinate condizioni, legate a parametri specifici. Detto in parole povere: è possibile stabilire che se l’utilizzo della memoria virtuale supera il 25% del totale, parta la pulizia e l’ottimizzazione. Potete anche stabilire ogni quando procedere, impostando l’intervallo in minuti.

Come Stabilizzare la memoria Ram

 



Non è necessario tener aperto il programma per far sì che la vostra memoria sia sempre sotto controllo. Se fate clic sul pulsante Nascondi, il programma si chiuderà a icona. Questa si trova nella barra di sistema, vicino all’orologio. Se vi posizionate sull’icona con il puntatore del mouse, potrete vedere in ogni momento qual è l’utilizzo della memoria fisica e di quella virtuale.

suggerimentiNell’ articolo abbiamo trovato i Termini, se non conosci il significato, ecco una piccola spiegazione

Deframmentazione: Quando si applicano le normali funzioni di spostamento, modifica e cancellazione di documenti, cartelle e applicazioni, lo spazio disponibile sul disco fisso si “frammenta” ossia non è più consecutivo, ma spezzettato in tante porzioni di disco (cluster) anche molto distanti tra loro. Così, quando altri dati vengono memorizzati su disco, essi vanno a occupare gli spazi liberi disponibili, frammentandosi. La deframmentazione riavvicina i frammenti dei documenti e cartelle, ottimizzando l’ingombro dello spazio nel disco e accelerando la lettura dei dati.

Eseguibile: File di programma, generalmente con estensione “.exe” o “.com”, che può essere avviato con un doppio clic del mouse (in ambiente Windows) o scrivendone il nome e premendo il tasto Invio (in ambiente DOS). File di paging: File utilizzato da Windows come memoria virtuale. Sul disco fisso viene creato un apposito file per memorizzare informazioni essenziali per il funzionamento del sistema operativo e dei programmi in esecuzione. Se la quantità di memoria RAM è insufficiente per la gestione delle informazioni, viene fatto uso del file di swap su disco fisso.

RAM: Random Access Memory. La principale memoria installata nel computer, componente fondamentale per il suo funzionamento e agganciata alla scheda madre tramiti gli appositi slot. Si tratta di una memoria ad accesso casuale su cui si memorizzano i dati delle applicazioni in uso e permetterne l’utilizzo. La sua caratteristica è quella di conservare le informazioni solo finché il computer è acceso. La quantità di dati che la RAM è in grado di conservare è misurata in Megabyte.




Registro di sistema: Documento fondamentale di Windows, che contiene innumerevoli informazioni necessarie per il funzionamento del sistema operativo, delle periferiche hardware e di tutte le applicazioni installate. Il registro di sistema viene modificato di continuo dalle applicazioni in uso, e raramente è richiesto all’utente di gestirlo o modificarlo. SO: (In inglese OS) Acronimo che significa Sistema Operativo.