Scaricare film musica da internet


Prima di Scaricare film o musica da internet sarebbe utile sapere:

Chi utilizza programmi di file sharing non può assolutamente sperare di restare anonimo. Ogni volta che si accede a Internet, il provider assegna al pc un indirizzo IP unico al mondo. Questo indirizzo viene trasmesso a ogni collegamento in uscita e fa sì che calcolatori e server sul lato opposto della connessione sappiano dove inviare i dati richiesti. Con il comando NETSTAT -N nella finestra DOS è possibile vedere gli indirizzi IP ai quali il calcolatore è al momento collegato.

L’industria discografica sta attualmente passando in rassegna i servizi di file sharing alla ricerca di utenti che mettono a disposizione un numero particolarmente elevato di file MP3 e segnala indirizzi IP e orari al provider di turno, il quale, in base ai dati ricevuti, è in grado di risalire all’identità dell’utente. Il provider può però inoltrare questi dati solo in seguito a sentenza giudiziaria. E’ però già successo che, su richiesta dell’industria discografica, i provider abbiano ammonito i singoli utenti per e-mail.



I servizi di file sharing che non dispongono di server centrale, per esempio E-Donkey o Gnutella, sono sicuramente più lenti, ma sembrano destinati ad  avere una vita più lunga.

Una alternativa a entrambi gli approcci fin qui visti è costituita dall’archiviazione di file presso uno dei numerosi servizi che offrono spazio gratuito nel web. In questi casi il download è molto più veloce.

La maggior parte di questi servizi non ammette tuttavia il trasferimento di file EXE, ZIP e MP3 attraverso il proprio server, oppure provvede alla chiusura forzata delle pagine che mettono a disposizione file da scaricare di questo tipo. Basta tuttavia qualche trucchetto per aggirare questi blocchi e riuscire a scambiare file anche attraverso questi servizi.

Alcuni utenti camuffano i file audio, video o eseguibili,  altrimenti non ammessi sul server, e li presentano come se fossero, per esempio, file JPG. Uno strumento idoneo a questo scopo è un programma è possibile allegare qualsiasi tipo di file a un file JPG e creare anche una pagina HTML con i necessari link. Operando in questo modo nel browser comparirà solo l’immagine.


Un altro sistema di file sharing utilizza lo spazio gratuito, come per esempio quello messo a disposizione dal servizio Yahoo! Valigetta, la cui dimensione è pari a 30 MB. Per chi dispone di un archivio ben più grande però ha bisogno di crearsi più account, cosa che in teoria non sarebbe possibile. Per questo motivo è indispensabile ricorrere a programmi specializzati Il primo serve per creare nuovi account, gestire la valigetta Yahoo, creare cartelle e caricare file. Il secondo, invece, scarica i file.

Per consentire il file sharing, però, è indispensabile creare con Bcup un file nel formato proprietario BSQ, con informazioni codificate sugli account e sul file stesso. Fatto ciò ci si può collegare a una valigetta Yahoo con Bcdown e prelevare tranquillamente i file. Il tutto in anonimato, senza cioè inserire né nome utente, né password.

SCOVARE I FILE IN INTERNET
Chi vuole offrire file memorizzati o camuffati con i sistemi appena descritti, deve innanzitutto rendere noto l’indirizzo Internet, utilizzando per esempio IRC o E-Donkey. In Internet esistono comunque numerose pagine web di dubbia liceità attraverso cui è possibile collegarsi. Visto che nessuno vuole rischiare di finire nei guai , però, raramente è possibile scovare per accesso diretto; molto più spesso si deve passare attraverso un servizio che devia l’utente,  ad esempio



NEWSGROUP
Chi cerca validi consigli da persone esperte, libri in formato PDF, prodotti software, MP3 o film, in Usenet troverà sicuramente un risposta. La maggior parte dei provider , però, offre solo news server con gruppi di discussione. L’accesso ai gruppi “binaries”, in cui circolano file audio e video o programmi, è consentito solo tramite pagamento di una quota per l’abbonamento. La velocità di download è comunque più alta dei servizi di file sharing, ma in compenso il software è più difficile da utilizzare e l’offerta ridotta.

NEWS SERVER QUALE SERVIZIO SCEGLIERE
I news server commerciali non sono numerosissimi. I nomi più prestigiosi sono Supernews supernews.com, Newscene newscene.com o Easynews easynews.com. I costi di accesso partono in media da 10 Euro per un mese.  Le tariffe variano  in base al volume di download, al numero dei gruppi disponibili o alla velocità. Prima di scegliere è consigliabile fare l’accesso di prova, offerto dalla maggior parte dei servizi e testare direttamente la qualità dell’offerta e la velocità.

COME FUNZIONANO I NEWSGROUP
Da un news server si prelevano più file RAR o ZIP dai quali, una volta decompressi, si ottengono i file originali. Come Newsreader vanno benissimo Outlook Express di Windows o  Mozilla Mail & News. Chi desidera prelevare soprattutto file, invece, dovrebbe utilizzare l’apposito programma News Bin Pro.

Per configurare i programmi servono solo indirizzo del server, user name e password. Si preleva quindi un elenco dei gruppi disponibili e si sottoscrive l’abbonamento con quelli dal nome o dalla descrizione più promettente.

Nei gruppi che ammettono file binari (ALT.BINARIES.*) si trovano anche contenuti che vanno oltre l’ordinario Per esempio, in ALT.BINARIES.MULTIMEDIA.VINTAGE.




FILM, si trovano vere e proprie rarità risalenti all’inizio del scolo scorso, mentre ALT.BINARIES.SOUNDS. 1940 offre brani musicali degli anni quaranta. In ALT.BINARIES.IBM-PC.OLD si riescono invece a  trovare prodotti software da tempo esauriti.

Trovare determinate informazioni o determinati file nei newsgroup non è poi tanto facile. Per ora, infatti, manca una funzione di ricerca globale.

 Non sempre, poi, i risultati della ricerca riflettono il contenuto effettivo dei gruppi, dal momento che la banca dati contiene in realtà solo i messaggi  degli utenti. E’ decisamente meglio utilizzare un Newsreader web-based, come quello offerto da easynews.com che, grazie alle ricche funzioni di ordinamento e ricerca, semplifica notevolmente la localizzazione di determinati file in un newsgroup.