Creare applicazioni per postazioni multimediali in stand-alone


postazioni multimedialiLa conoscenza approfondita del sistema operativo Windows vi  permette di utilizzare il computer anche per fare operazioni che, a prima vista, sembrerebbero compito di applicativi specializzati, sviluppati appositamente  e, pertanto, costosi. Sono i programmi di questo tipo che vincolano le modalità di navigazione e obbligano all’ utilizzo secondo i canoni determinati  dallo sviluppatore. Supponiamo che dobbiate realizzare una presentazione in Flash e che questa  debba girare in macchine posizionate in locali pubblici: l’accesso deve essere limitato,  in modo da impedire interventi da parte di persone non autorizzate. Bene, una piccola modifica al Registro di configurazione di Windows XP farà in modo che, all’avvio del sistema, si apra una sola  applicazione e siano disabilitate tutte le ulteriori possibilità di intervento da parte di terzi. Se avrete poi l’accortezza di sviluppare degli applicativi che richiedano  solo l’utilizzo del mouse per inserire dati, avrete creato un software pressoché impenetrabile: vi basterà staccare fisicamente la tastiera dal computer per  impedire  combinazioni di tasti che possano superare le protezioni software.



 Innanzitutto avrete la necessità di avere un file eseguibile che contenga tutto il  necessario per funzionare  n  modalità standalone. Se avete sviluppato un applicativo  in Flash, potrete utilizzare la possibilità di salvare il programma in formato eseguibile, fondendo assieme applicazione e player di Flash, facendo clic su   FILE/IMPOSTAZIONI PUBBLICAZIONE, selezionando poi la scheda FORMATI e apponendo quindi il segno di spunta sulla voce PROIETTORE PER WINDOWS. Se,  invece, quello che volete fare girare sulla postazione multimediale è la versione offline di un sito in HTML, allora potrete utilizzare un software freeware facilmente scaricabile in Internet (per esempio, http://jansfreeware.com/sbookbuilder10.zip) e che consente di creare dei file stand-alone  eseguibili. Una volta che ne disponete, vi basterà fare clic su START/ESEGUI, digitando  poi REGEDIT e cercando la chiave HKEY LOCAL MACHINE\SOFTWARE\MICROSOFT\ WINDOWSNT\CURRENTEVERSION\ WINLOGON. Come potrete vedere  all’ interno c’è un valore stringa chiamato SHELL, sostituite la voce EXPLORER.EXE con il percorso del vostro file eseguibile, uscite dal Registro di Configurazione e riavviate il pc.

Vedrete che non verrà caricata l’interfaccia di sistema (con indubbi vantaggi anche nella velocità di esecuzione), ma solo il vostro applicativo. A questo punto potrebbe sorgere il dubbio di come fare  per ricreare la situazione iniziale. Nessun problema: vi basterà ripristinare il collegamento con la tastiera e premere i tasti CTRL+ALT+DEL. A questo punto si  prirà la finestra della PROTEZIONE DIWINDOWS, selezionate la  voce TASK MANAGER e, nella finestra TASK MANAGER WINDOWS, fate clic su FILE/NUOVA OPERAZIONE (ESEGUI…),digitando poi REGEDIT.   Cercate la chiave precedentemente indicata e cambiate il valore della stringa SHELL in quello originario, ossia EXPLORER.EXE. A questo punto uscite dal Registro di configurazione e riavviate il computer, per ritrovarvi nelle condizioni operative iniziali. Questa procedura è stata testata su Windows 2000, Windows XP Home o  Professional e Windows Vista.