Reinstallare Windows senza Cd installazione


Molti utenti si domandano come reinstallare Windows Xp – Vista – Windows 7 senza possedere il Cd d’installazione. Quando si Acquista un pc di ultima generazione non viene fornito il CD di installazione di Windows XP, bensì il sistema operativo già installato nel pc. Se per uno sfortunato motivo bisogna di reinstallare XP come mi devo comportare?

Tutti i pc dei produttori più importanti ormai non dispongono più di una normale copia del sistema operativo Windows XP, Vista, anche se gli utenti continuano a pagarlo circa 100 euro. Microsoft giustifica la novità con la necessità di ridurre le copie illegali dei suoi prodotti, una motivazione piuttosto singolare, tenendo conto che Windows XP è protetto contro installazioni multiple. I produttori possono comunque fornire un CD di ripristino che cancella tutto il contenuto del disco fisso e reinstalla sistema operativo e driver corretti.



Opzione molto utile quando il disco è pieno dei propri dati! Senza contare il fatto che senza driver non è possibile cambiare sistema operativo. Con i dischi odierni molto capienti è anche possibile che il pc abbia una partizione nascosta, con dentro la già descritta immagine in modo da risparmiare il costo del CD, circa 25 centesimi di euro su pc da qualche migliaio di euro. La quasi totalità degli utenti probabilmente si procura una copia del CD OEM di Windows, che almeno permette la reinstallazione senza cancellare i dati. L’utente ha un numero di serie e una licenza regolare, quindi in teoria non rischia i 150 euro di multa per detenzione di materiale copiato illegalmente. Una copia di Windows XP normale sarebbe totalmente illegale, perché necessita di un differente codice di attivazione.

Per essere tranquillo e non avere i limiti della versione OEM di Windows, l’utente dovrebbe comperarsi una seconda copia di Windows XP dopo averne pagata una “virtuale”.

La situazione è abbastanza ridicola e punitiva per l’utente, che non ha scelta (i pc non vengono venduti senza Windows), ma questa volta l’Italia è innocente! L’antitrust statunitense, dopo una causa da milioni di dollari, ha “condannato” Microsoft a mettere un’icona in più sul menu START, dimenticandosi dei reali problemi degli utenti. Strano comunque che laggiù, col sistema giudiziario civile più pazzo del mondo, nessuno abbia ancora fatto causa a un produttore di pc, per il solito milione di dollari, per ogni ora in cui il pc è rimasto inutilizzabile causa mancanza di sistema operativo (pagato) da reinstallare!