Navigazione nascosta e senza tracce


 

GHOSTZILLA navigazione nascosta e senza tracce

navigazione nascosta e anonimaPotrebbe sembrare uno scherzo ma in realtà lo vendono pure in versione CD più aggiornata e con il vantaggio che non va neppure installata, quindi non lascia tracce. L’incriminato si chiama Ghostzilla, e non è altro che un web browser basato su una vecchia versione con qualche bug di Mozilla (la 1 beta quando sul SERVICE DISC trovate la 1.2.1) che si nasconde nella finestra di  qualunque applicazione aperta sullo schermo.



Spostando il mouse, il browser gratuito svanisce, ritorna a essere funzionante portando il mouse velocemente contro i bordi destro, sinistro e destro. Perciò si può navigare contemporaneamente in modo tradizionale con Internet Explorer, per esempio, per eseguire la propria attività lavorativa, mentre lasciare Ghostzilla nascosto con le pagine web private o segrete, che quindi non vengono visualizzate se non si esegue la veloce sequenza di spostamenti con il mouse. A questo punto la navigazione si inserisce all’interno degli applicativi aperti, perciò in Word piuttosto che in Outlook oppure in Lotus o nel sistema di gestione aziendale.

Navigare, quindi, senza essere scoperti, ma la popolarità dell’oggetto dovrebbe essere sufficiente a fare capire quanto influisca sulla produttività aziendale la libera connessione a Internet ad alta velocità da ogni postazione di lavoro e quanto sia necessario limitarla ai casi appropriati.