Collegare insieme monitor e TV


collegare una Tv al computer

Per lavorare volete utilizzare il monitor del pc, ma vi volete godere i film sul televisore. Per questo li avete collegati entrambi alla scheda grafica, ma siete stufi di dover scommutare apparecchio ogni volta nelle PROPRIETÀ della scheda grafica.




Soluzione: la via decisamente più comoda è costituita dalle schede con chip ATI e Software Control Panel gratuito di ATI per Windows  XP, Vista e windows 7 per tutte le schede con chip Radeon si scarica dal sito www.ati.com.

Questo software aggiunge alcune schede alle  proprietà dello schermo. Sulla scheda SCHERMO è possibile assegnare una combinazione di tasti al comando CAMBIA MONITOR. Il driver Detonator di Nvidia offre una funzione simile, ma non per tutte le schede. Con le schede Ge Force. Nelle proprietà dello schermo, sotto IMPOSTAZIONI/AVANZATE,  selezionate la scheda Nvidia e fate clic su UTILITY DESKTOP.

 

Attivate l’opzione ATTIVA DESKTOP MANAGER e fate clic su CONFIGURA DESKTOP MANAGER. Sulla scheda HOTKEYS è possibile utilizzare lo switch AGGIUNGI per assegnare una combinazione di tasti all’azione PASSA AL MONITOR SUCCESSIVO. Nei driver più recenti è disponibile anche l’utility accessoria Nview, più sofisticata ma sempre poco intuitiva. Oppure si può utilizzare lo shareware TV Tool (versione per Windows).

Premendo CTRL+F1 e CTRL+F2 si passa poi da pc a televisore e viceversa. Molti utenti hanno problemi con l’uscita TV della scheda grafica: l’immagine al televisore è solo in bianco e nero. I rimedi si trovano nei suggerimenti. Se però la vostra scheda soffre davvero del peso degli anni e l’unica soluzione applicabile è cambiarla, allora potete scegliere il modello che fa al caso vostro



suggerimentiRivedendo sul televisore le fotografie che sono state scattate si riscontrano alcuni problemi: i colori non sono fedeli come al solito ed è presente una leggera distorsione prospettica.

 

Non tutti sanno che le fotografie sul televisore non si vedranno mai con la stessa risoluzione e con gli stessi colori del monitor del computer perché lo standard televisivo PAL non può riprodurre tutte le sottili tonalità di colore generate dal computer: soffrono questo errore soprattutto le tonalità rosse e blu. I televisori di ultima generazione hanno circuiti elettronici che mascherano questo difetto di fondo, ma non possono ricreare le informazioni perdute. Se vuoi ridurre la distorsione del colore, collega il lettore DVD al televisore con un cavo SCART commutato in modalità RGB, che ha limiti meno severi dello standard PAL. I cavi SCART RGB si riconoscono perché hanno un diametro notevole, di almeno 1 centimetro, e vengono anche chiamati cavi SCART a 21 conduttori.

Controlla anche il manuale della tua TV e del lettore DVD per verificare come commutarli in modalità RGB, e comunque non sperare di vedere gli stessi identici colori del PC: durante la masterizzazione del DVD o VideoCD le immagini vengono ridotte di risoluzione e fortemente compresse per adattarle allo standard riconosciuto dai lettori DVD, quindi c’è sempre una perdita di qualità. La distorsione geometrica è probabilmente provocata da un errore delle impostazioni del lettore DVD e del programma di masterizzazione.




Il programma di masterizzazione è probabilmente impostato per creare immagini a risoluzione NTSC (risoluzione verticale di 480 pixel), mentre il lettore DVD o il televisore widescreen le “stira” per coprire i 576 pixel di risoluzione verticale PAL. Il risultato è un’immagine allungata o schiacciata, a seconda che l’errore avvenga nella masterizzazione, nel lettore DVD oppure nella TV.

Prova a cambiare i parametri del software che usi per masterizzare, oppure entra nei menu del televisore e del lettore DVD per regolarli meglio. La risoluzione della macchina fotografica non ha influenza sulla qualità delle immagini riprodotte, perché la risoluzione dello standard DVD PAL è appena 720×576 pixel, cioè 0,4 Megapixel.
Collegare il monitor alla Tv