Utility di registro


Quando si decide di disinstallare un programma, Windows dovrebbe tornare a essere così com’era prima dell’installazione. In altre parole: cartelle e file del programma dovrebbero essere rimossi fino all’ultimo byte, insieme a tutti i componenti collocati nelle cartelle Common Files, Windows e System.

L’unica cosa che non deve essere rimossa sono quegli elementi che possono servire alle altre applicazioni. Dal momento che non è facile capire  quali siano esattamente questi elementi, il programma di disinstallazione, nel dubbio, chiede all’utente cosa fare di file per così dire a “rischio”.

Pulizia del Sistema OperativoPer non fare guai è buona regola spostare questi file in un’altra cartella ed eliminarli solo in un secondo tempo, dopo aver verificato che tutte le altre applicazioni funzionano correttamente.



Quando si  rimuovono i file, inoltre, non dovrebbero restare collegamenti sul desktop, sulla barra di avvio rapido o nel menu di avvio.

Anche le utility che vengono avviate  automaticamente, i driver e i servizi  dovrebbero essere rimossi, se necessario dopo aver chiesto conferma e aver verificato che non servono ad altre applicazioni. Infine, il registro di  configurazione dovrebbe essere ripulito e i vari tipi di file riassociati all’applicazione originale.

Irfan View. Un esempio positivo della procedura ideale di disinstallazione è il piccolo viewer Irfan View, che svanisce senza lasciare alcun residuo e ripristina i formati grafici associandoli al software originale.

Fritz-Software. Abbiano analizzato questo software (www.avm.de), che fa parte della dotazione della scheda Fritz di AVM, è un esempio lampante di disinstallazione “sporca”. A prima vista si nota che non viene rimosso nulla fuorché i file del programma e le relative DLL. I file di  Fritz-fax e programmi affini restano ancorati nel sistema sotto forma di tipi di file in INVIA A e anche inESPLORA RISORSE, sotto FILE/NUOVO.

Da uno sguardo  più attento emerge anche di peggio: appena si desidera configurare qualcosa in Windows dopo la rimozione del programma Fritz, gran parte della gestione del pc non funziona più, in particolare la connessione di rete e quella remota o la gestione delle unità di dati.

Questo perché durante la disinstallazione di Fritz viene eliminata tutta la configurazione DCOM, ossia le impostazioni tramite cui vari componenti software comunicano tra di loro. A seconda del sistema operativo
in uso, questa operazione ha vari effetti. In Windows al massimo può succedere che alcune applicazioni che utilizzano DCOM non funzionino più. In Windows 7 invece, parti preponderanti del sistema sono basate su DCOM e le conseguenze sono pertanto nefaste.

Norton Antivirus. Com’è noto, il programma di disinstallazione di Norton Antivirus non è affidabile e fallisce su molti pc. Oltre a molte voci del registro di configurazione che restano orfane, in Windows capita spesso di non riuscire più ad accedere alla Rete perché il servizio DHCP, che in fase di connessione a Internet assegna un numero IP dinamico tramite il server DHCP, è rovinato. Questo servizio può venire attivato solo dopo aver avviato il servizio Symantec SYMTDI che, una volta rimosso, viene ugualmente chiamato in causa, creando il problema. In Windows , invece, il  driver virtuale SYMTDI.VXD può generare schermate blu, perché cerca componenti che non sono più presenti nel sistema.

Per fortuna Symantec ha riconosciuto il problema, permette di Scaricare l’utilità di disinstallazione Norton.



Questo dovrebbe consentire la rimozione di tutti i residui lasciati da Norton Antivirus, sebbene non elimini comunque dal registro di configurazione tutte le voci riconducibili ai prodotti Symantec.

Software gratuiti correzione errori di registro.

Programmi per le Chiavi di registro vecchie e non più utilizzate

Visto che per mettere a punto alla perfezione o per personalizzare  davvero i sistemi operativi di Microsoft, ricorrendo alle informazioni e agli strumenti previsti da Windows, occorre
avere a disposizione parecchio tempo e sobbarcarsi la lettura di pagine e pagine di “noiosi” manuali, più di una software house si è concentrata sullo sviluppo di soluzioni software capaci i semplificare la gestione e la modifica del registro del sistema operativo e delle sue chiavi. Eccone alcuni esempi.
Tweak UI. Ironia della sorte, questo ottimo strumento è stato sviluppato dalla stessa Microsoft: un’esplicita ammissione di “responsabilità” relativamente all’inadeguatezza degli strumenti forniti insieme al sistema operativo.

Decisamente utile, questo programmino è disponibile per le versioni di Windows è stata integrata direttamente nei Power Toys.

Tweak UI per Windows XP

Fresh UI. Si tratta di un’ottima alternativa, dal momento che è completamente gratuita (l’unico “prezzo” da pagare è la registrazione del vostro indirizzo e-mail) e che, soprattutto, fornisce utili informazioni sulle modifiche da effettuare per personalizzare a piacere ciascuna versione di Windows.Windows Configurator. Questo piccolo programma sviluppato dall’ingegnoso Skorczynski Leszek è stato originariamente sviluppato per Windows.
Fresh UI per Windows

Windows Configurator offre il meglio di sé soprattutto in tema di sicurezza, poiché permette, per esempio, di limitare l’accesso alle reti e di bloccare gli strumenti del PANNELLO DI
CONTROLLO. Questa applicazione, che è distribuita gratuitamente ai privati e agli enti pubblici , offre un ottimo ambiente per modificare e gestire al meglio il registro di configurazione di Windows e le sue chiavi.




Convincono soprattutto sia la disponibilità di due diverse modalità d’uso, una avanzata e una semplificata che fa ricorso a procedute guidate, cui se ne affianca una terza, denominata  Safe Mode, che spiega l’effetto di ogni singola modifica e che permette all’occorrenza di tornare sui propri passi, ripristinando la configurazione originale.

Programmi Per Pulire Il Sistema Gratis

CCleaner, pulizia e manutenzione intelligente per il tuo PC

Purtroppo, non sempre si trova un buon programma di utilità che realizza ciò che promette, in particolare per quanto concerne i settori di pulizia e ottimizzazione. CCleaner è senza ombra di dubbio, un ottimo programma per la pulizia del sistema, rimuovere file non necessari che occupano spazio su disco, le voci non valide nel registro di Windows, la gestione dei programmi e la gestione dei programmi installati su Windows, tutti la certezza che funzionerà e fornire risultati …

Cleaner è un ottimizzatore del sistema operativo che rimuove in modo efficace i file non necessari e temporanei dal PC, consentendo nel contempo lavorare con maggiore velocità ed efficienza, la pulizia e liberare spazio prezioso su disco.

Verificate anche il registro di sistema, alla ricerca di chiavi di registro che non vengono eliminati durante il file di disinstallazione e ha danneggiato anche da tasti che ridurranno le prestazioni complessive del sistema.

Per i più distratti, non interessati o che, durante l’installazione è possibile disabilitare l’installazione della barra delle funzioni di Yahoo, che sponsorizza il programma:

L’applicazione pulisce le tracce di file da Windows, Internet Explorer, Firefox, applicativi Office e altre applicazioni.

Salvare il programma come un kit di pulizia!

Licenza: Freeware
Homepage: Piriform Ltd