Trucchi e soluzione per Windows XP


Trucchi e soluzione per Windows Xp

Rimuovere il bootloader dopo aver installato Linux e ripristinare quello di Windows

L’operazione è ottenibile avviando il pc dal CD-Rom d’installazione di Windows XP, entrando nella console di ripristino e impartendo i seguenti comandiWindows Xp
cd c:\windows
fixboot c:
fixmbr
bootcfg /rebuild
Così facendo il Master Boot Record (MBR) del disco sarà cancellato e al suo posto sarà installato l’usuale loader di Windows XP. La cancellazione del MBR è eseguibile anche dal CDRom d’installazione di Windows, ma in questo caso il comando da impartire è il seguente:
fdisk /mbr
Per gli utenti di XP:
CDROM::\boot\bootsect.exe /nt52 ALL /force
Per gli utenti di Vista:
CDROM::\boot\bootsect.exe /nt60 ALL /force

Ordinare correttamente i file i cui nomi contengono numeri

Ordinando i file file in Esplora risorse, Vista e XP interpretano le sequenza di cifre nei nomi di file e cartelle come valori numerici e non come singoli caratteri. Di conseguenza l’ordinamento non viene effettuato alfanumericamente. Per esempio il file text13.txt appare prima del file text4.txt
Si può intervenire in questo modo. Avviare l’editor del registro “regedit” e navigare fino alla seguente chiave
HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Policies\Explorer
Fare click con il tasto destro in uno spazio libero a destra e creare la voce
NoStrCmpLogical
tramite il comando contestuale Nuovo/Valore DWord. Ora fare doppio clic su questo valore per aprirlo e impostare il valore a 1. Confermare la modifica e ok e uscire dell’editor. Dopo aver riavviato il computer, il sistema operativo ordinerà i file secondo un criterio puramente alfanumerico, proprio come in Windows. Le cifre dei nomi dei file e di cartelle saranno interpretati come singoli caratteri e non come numeri. Per ripristinare, sarà sufficiente portare a 0 l’opzione.



Ottimizzare e velocizzare il sistema 

Visualizzare in Windows le info del BIOS

Le informazioni del BIOS della scheda madre e su quello della scheda grafica sono disponibili in quattro voci del Registry alla seguente chiave
HKEY_LOCAL_MACHINE\Hardware\Description\SYstem

Visualizzare in rete i dati di login

Per visualizzare o cancellare i dati di login in rete, come nomi utente e password, selezionare Start/Esegui e digitare il seguente comando.
rundll32 keymgr.dll,KRShowKeyMgr

Avviare il PC portatile dall’hard disk esterno

Vorrei provare Windows Vista e linux, ma senza compromettere l’installazione di iP originale sul mio computer portatile. E’ possibile installare questi sistemi operativi su un hard disk esterno, così quando è collegato al computer posso scegliere che sistema avviare, mentre quando mi sposto con il PC portatile continua ad avviare Windows XP come al solito? Ho provato ad abilitare il boot da hard disk usb nel BIOS, ma il setup di Widnows non vede l’hard disk esterno.
Installare Windows su un hard disk USB esterno non richiede soltanto il supporto del bios, ma anche procedure speciali perchè Microsoft non ha inserito il driver necessario all’interno del setup. Il risultato è incerto, e anche in caso di successo l’avvio e il funzionamento del sistema operativo sono molto lenti. Si può invce installare qualsiasi sistema operativo su un disco esterno e-Sata, che spesso è perfino più veloce dell’hard disk interno del pc portatile. Bisogna inserire nello slot di espansione una scheda PCCard o Express Card con uscite e-sata o SataII e supporto per il boot. Alcune schede Raid e-sata hanno il supporto per il boot disattivato per opzione predefinita, ma per riattivarlo basta usare il loro programma di configurazione nelle opzioni avanzate.

La voce si chiama di solito Legacy Bootable Support. Dopo averla attivata, quando la scheda è inserita nello slot durante il boot appare una schermata che riepila i dischi Sata collegati. Prima di lanciare il setup di Windows bisogna scaricare dal sito web del produttore della scheda eSata il driver richiesto dal setup. Nel caso di Vista e delle distribuzioni recenti di Linux potrebbe essere superfluo, perchè molti controller Sata sono individuati automaticamente, ma per installare Windows XP sul disco esterno e Sata questo driver è indispensabile, e viene cercato esclusivamente su floppy drive. Bisogna quindi collegare al PC portatile un floppy drive usb, e premere il tasto F6 quando appare la prima scherma blu del setup. Se il setup di Windows XP non riconosce il floppy con il driver per il controller eSata, bisogna intergrarlo sul cd di windows utilizzando un programma come nLite, scaricabile dal sito web http://www.nliteos.com



Per sapere quanto spazio libero avete sul disco fisso, aprite la scheda Risorse del Computer. Vedrete una serie di icone che rappresentano le varie unità disco. Quella principale è di solito etichettata come “C:”. Fateci clic sopra col tasto destro del mouse e selezionate “Proprietà” dal menu contestuale.

Apparirà una finestra di dialogo che mostrerà quanto spazio libero è ancora disponibile. Se il disco è quasi pieno, potete liberare spazio cancellando cartelle e file personali non più utili. Fate però attenzione a rimuovere solo quei file di cui siete certi di poter fare a meno (se siete in dubbio, lasciateli dove sono). In più, potete usare la funzione di Pulitura Disco di Windows per rimuovere i file temporanei di Internet e altri “detriti” indesiderati: potete lanciarla facendo clic su Start/Tutti i Programmi/Accessori/Utilità di sistema.

 

Tutti i trucchi per sfruttare bene il sistema operativo e i vostri programmi.