Statistiche Sinistri, Moduli risarcimento CID


Moduli risarcimento – Incidente Stradale

I dati in basso indicano la percentuale degli incidenti del territorio Italiano. Fortunatamente in questo semestre come potete vedere le differenze numeriche tra Gennaio – Giugno e quelle del periodo antecedente sono in netto calo, comunque lo staff di offertagratis.com vi invita alla moderazione della velocità, rispettandoNe il codice stradale si puo’ ancora ulteriormente abbassare gl’incidenti stradali. Nel caso dovreste essere coinvolti in un incidente stradale, se possibile, fate delle foto del sinistro e prendete nota dei nomi e degli indirizzi dei possibili testimoni.

Questi sono spesso di importanza decisiva. In caso d’incidente, in base all’art. 1914 c.c., dovete aver fatto tutto il possibile per evitare o diminuire il danno (cosiddetto “obbligo di salvataggio”), Altrimenti potreste perdere il diritto al risarcimento del danno (p. es.: se notate un incendio dovete immediatamente chiamare i pompieri.

statistiche sinistri



L’assicurato deve dare avviso del sinistro alla compagnia (clicca per scaricare modulo) di assicurazione, attraverso una raccomandata con ricevuta di ritorno, entro tre giorni La denuncia del sinistro deve contenere: luogo, data, ora,  descrizione dell’accaduto, elenco dei danni, certificati medici, fotografie del sinistro, indicazione dei testimoni. Richiedete all’assicurazione quali siano il numero di protocollo assegnato al sinistro, l’indirizzo, il numero di telefono, e

modulo cid

l’orario di consultazione della persona incaricata di seguire il vostro caso, affinché sappiate a chi dovete rivolgervi.

Il secondo passo è compilare il modulo blu conosciuto anche come Modulo CID o constatazione amichevole d’incidente, è il documento con il quale è possibile effettuare la denuncia di un sinistro, a tal proposito lo staff vi fornisce il modulo direttamente online.

statistiche sinistri auto

 

Fig. statistiche incidenti avvenuti in Italia rispetto alla media Europea

INCIDENTI IN ITALIA CON VEICOLIESTERI

In caso di incidente provocato da un veicolo immatricolato all’estero, per richiedere il risarcimento dei danni subiti occorre inviare una lettera raccomandata con avviso di ricevimento a UCI, all’indirizzo UCI – Corso Sempione, 39 – 20145 MILANO indicando ogni dato utile a rendere più agevole, e perciò più veloce, il lavoro dell’ UCI.



In particolare andranno indicati i seguenti dati:

  • Nazionalità e targa del veicolo estero
  • Tipo (autovettura, autocarro, moto, ecc.)
  • Marca e modello
  • Cognome, nome e indirizzo del proprietario e e conducente del veicolo estero
  • Nome della compagnia di assicurazione del veicolo estero
  • Estremi dell’autorità eventualmente intervenuta dopo l’incidente (Polizia Stradale, Carabinieri), con l’esatta indicazione del Comando di appartenenza e della località
  • Copia della constatazione amichevole d’incidente (modulo CID), se disponibile
  • Copia della Carta Verde esibita dal conducente del veicolo estero, se disponibile
  • Descrizione dell’incidente
    • Se l’incidente ha provocato danni a veicoli o cose, occorre indicare il luogo, i giorni e le ore in cui le cose danneggiate sono disponibili per l’ispezione diretta ad accertare l’entità del danno.
    • Se l’incidente ha provocato lesioni personali, occorre indicare l’età, l’attestazione medica comprovante l’avvenuta guarigione con o senza postumi permanenti.

    L’UCI, provvederà ad incaricare della trattazione del sinistro il corrispondente nominato dalla Compagnia di assicurazione.

    “L’Ania, Associazione Nazionale Italiana fra le imprese Assicuratrici, ha recentemente diffuso  delle statistiche inerenti all’ andamento del mercato assicurativo in Italia. Tra le varie statistiche si candida Leader di tendenza quello delle frodi in occasione dei sinistri Rc-auto. Un fenomeno quello delle frodi che condizionano maggiormente la spinta al rialzo delle tariffe Rc-auto. Il  Friuli Venezia Giulia si attesta ai primi posti della graduatoria è la regione più virtuosa nella classifica della percentuale dei sinistri fraudolenti sul totale dei sinistri verificatisi nell’anno. Le regioni meno virtuose per numero di sinistri con frode rispetto al totale sono  Campania (ampiamente Leader indiscusso), Puglia, Calabria e Sicilia.”