Stabilizzare la Ram


Impostare nel Bios CPU e RAM corretti

abbassa la frequenza di funzionamentoSpesso l’instabilità di un sistema è dovuta a impostazioni errate nel BIOS. In particolare, è la memoria RAM a causare frequenti problemi di compatibilità connessi alla latenza o alla velocità delle memorie stesse. È un problema molto conosciuto dagli overclocker che sono soliti cercare il massimo delle prestazioni anche  dalle memorie di sistema. Peccato solo che non tutti i moduli RAM siano uguali tra loro.

Guida ai parametri del Bios riguardanti RAM

Il timing giusto per la RAM

Funzione: DRAM TIMING
Nome alternativo: CONFIGURE SDRAM BY SPD, DRAM TIMING SELECTABLE, MEMORY DETECT BY, MEMORY TIMING, SDRAM CONFIGURATION, SDRAM CONTROLLED BY
Nel menu: ADVANCED, ADVANCED CHIPSET FEATURES, ADVANCED, CHIP CONFIGURATION
Impostazioni corrette: BY SPD, OPTIMAL, SPD, YES



Seguendo la nostra raccomandazione il BIOS rileva i tempi di accesso e i tempi di ciclo impostati dal produttore della RAM nel chip SPD (Serial Presence Detect) presente sul modulo della memoria.


Funzione
(DDR-)SDRAM: CPU: DRAM CLOCK RATIOUna frequenza sola

Nome alternativo: DDR: CPU RATIO, DRAM FREQUENCY: FSB RATIO, SYSTEM/DRAM RATIO
Funzione Rambus: RDRAM FREQUENCY: FSB RATIO
Nome alternativo: SYSTEM/RAMBUS RATIO
Nel menu: ADVANCED, CHIP CONFIGURATION, ADVANCED CHIPSET FEATURES, ADVANCED, FREQUENCY/VOLTAGE CONTROL
Impostazioni corrette: AUTO, DEFAULT

Se il rapporto di frequenza tra CPU e memoria non è giusto, il pc potrebbe diventare instabile e rallentare le prestazioni funzionando in modalità asincrona. Meglio affidarsi
alle impostazioni memorizzate nel BIOS.

Stabile alla massimo

Funzione (DDR-)SDRAM: DRAM CLOCK
Nome alternativo: DRAM FREQUENCY, MEMORY FREQUENCY
Funzione Rambus: DIRECT RAMBUS CLOCK
Nome alternativo: RAMBUS CHANNEL FREQUENCY
Nel menu: ADVANCED, CHIP CONFIGURATION, ADVANCED CHIPSETFEATURES
Impostazioni corrette: AUTO, BY SPD, SPD

Con l’opzione consigliata il BIOS configura automaticamente la frequenza della memoria. Chi utilizza chip di memoria più veloci di quelli supportati dalla scheda madre (consultare il manuale!) dovrà impostare la frequenza manualmente.


Memoria single o Dual Channel

La modalità dual channel aumenta fino al 5% le prestazioni di qualsiasi programma perché abilita l’accesso simultaneo a entrambi i moduli di memoria; l’incremento di prestazioni può essere maggiore per i programmi che accedono a grandi quantità di RAM. Se invece la memoria è configurata in single channel, si ottengono vantaggi soltanto quando il software utilizza anche il terzo Gb di RAM: grazie alla disponibilità di una maggior quantità di memoria fisica, si evitano accessi alla memoria virtuale su hard disk. Per questo motivo la tua scelta deve essere guidata dal tipo di programmi che utilizzi e dalla quantità di memoria RAM che usano.



 Puoi conoscere la quantità di memoria RAM in uso facendo clic destro sulla Barra delle applicazioni e scegliendo la voce Task manager (o Gestione attività); controlla il valore riportato nella scheda Prestazioni. Se i programmi non usano mai più di 2 Gb di RAM, due moduli RAM identici da 1 Gb sono l’espansione di memoria RAM più adatta. La modalità dual channel funziona anche se la seconda coppia ha capacità diversa dalla prima, quindi puoi inserire nella tua scheda madre una coppia di moduli da 1 Gb e una da 512 Mb. Devi però prestare attenzione alla disposizione delle memorie negli zoccoli, perché le memorie di pari capacità devono occupare posizione identica in ciascuno dei due banchi. Per esempio, se metti la prima memoria da 1 Gb nella posizione 1 del banco A dovrai mettere la memoria gemella nella posizione 1 del banco B; non puoi metterla nella posizione 2 del banco A o del banco B.

Puoi inserire senza timore di danni quattro moduli da 1 Gb; la memoria in eccesso sarà semplicemente ignorata. Se il chip-set del tuo computer lo permette, la potrai usare in futuro installando un sistema operativo Windows a 64 bit oppure un sistema operativo a 32 bit che supporta la modalità di gestione PAE (Physical Address Extension). Se però il tuo PC non è di ultima generazione, i limiti di memoria sono legati all’hardware e dovrai accontentarti della quantità di RAM configurata dal BIOS, che di solito è compresa tra 2 Gb e 3,5 Gb.
La memoria per Windows