Servizi e Lista IRC comunicazione istantanea chat su Internet


I SERVIZI IRC

I servizi IRC (Internet Relay Chat) sono nati, almeno all’inizio, con il solo scopo di permettere la comunicazione in tempo reale tra membri iscritti al medesimo servizio.

Oggi, la situazione è decisamente cambiata. Oltre a un numero sempre maggiore di funzioni per le sessioni di chat testuali o video (ovviamente facendo ricorso anche a una piccola webcam), oggi questi programmi permettono anche di trasferire file di grandi dimensioni. Uno di questi è il diffusissimo Mirc shareware la cui versione si trova sul sito .

Lista client IRC File sharing



In generale e Indipendentemente dal programma utilizzato, la velocità di download media è abbastanza alta, mentre è l’offerta il vero tallone d’Achille. Inoltre, imparare a usare al meglio questi programmi richiede di solito un periodo di rodaggio più lungo di quello necessario per imparare a usare i software di file sharing come : ChatZilla, Pidgin, jIRC, Nirc, XChat.

I PRIMI PASSI
Le operazioni da fare durante e dopo la procedura di installazione sono tutto sommato poche, anche se molto importanti. In primo luogo occorre registrarsi, inserendo i propri dati.

Dopodiché, bisogna selezionare un server, scegliere il proprio Nickname, ossia il proprio nome all’interno della comunità Wirc. Il programma, una volta avviato, si collega automaticamente al server selezionato durante l’installazione.

Se la connessione non dovesse riuscire, quasi sempre basta selezionare un altro server dalla finestra della impostazioni (IRC\Settings). Effettuata con successo la connessione, nella finestra Connection Windows compariranno rapidamente messaggi del tipo Welcome to the DALnet IRC Network. A questo punto viene per così dire il difficile.

Sul bordo inferiore della finestra del programma si trova una riga di comando in cui digitare le istruzioni per la gestione del server, che saranno inviate premendo INVIO. Per prima cosa, inseriteil comando /LIST.

In questo modo si aprirà una nuova finestra che verrà progressivamente riempita con l’elenco dei canali disponibili. Grazie alla presenza di una breve descrizione non è difficile individuare quello di proprio interesse, cui si può accedere con il comando /JOIN #.

A questo punto, finalmente, sarà visualizzata la finestra del canale selezionato e, al suo interno, inizieranno a essere visualizzati i messaggi inviati dagli altri partecipanti. Per prendere parte a una discussione, naturalmente, si utilizza sempre la riga di comando che compare sul bordo inferiore della finestra.
Il consiglio, però, è quello di stare un po’ di tempo a osservare le discussioni, prima di intervenire. In IRC vigono regole molto ferree. Chi viola la netiquette viene subito bandito dal canale. Per scaricare file attraverso IRC, è necessario conoscere una procedura non proprio semplicissima, anche perché prima di poter effettuare un download, in effetti, è necessario che un altro utente si offra di lasciarvi accedere ai propri dati.

L’unica vera cosa che conta di una finestra di questo genere è la parola che segue il termine inglese Trigger, nel caso del nostro esempio !Stormtech. Solo digitando questa parola nella riga di comando si potrà avviare la connessione diretta per il download dei file. Dopo qualche secondo di attesa, si apre una prima finestra in cui si deve confermare la richiesta di dialogo facendo clic sulla voce Chat.



Dopodiché appare la finestra DCC (Direct Client Connection). A questo punto, si può digitare l’istruzione DIR per vedere finalmente comparire l’elenco delle cartelle e dei file disponibili. Le istruzioni da conoscere per curiosare alla ricerca dei propri file preferiti sono in buona parte prese in prestito dal vecchio DOS. Così, per passare da una cartella all’altra bisogna inserire CD , mentre con GET si inizia il download vero e proprio.

La maggior parte dei server DCC consente solo il prelievo contemporaneo di due file. e altre richieste di solito sono invece collocate in una apposita lista di attesa. Per vedere la propria posizione di attesa, inserite invece il comando QUEUES.

Ovviamente, gli utenti più indietro nella lista dovranno attendere più a lungo e, se i file richiesti sono molto pesanti, potranno passare ore intere prima che l’oggetto del desiderio sia disponibile sul proprio disco rigido.

I file vengono prelevati in base alla sequenza della lista di attesa, sfruttando sempre la massima larghezza di banda. Oltre al prelievo diretto attraverso DCC, con gli IRC è anche possibile ricevere elenchi di server FTP da cui poi effettuare il prelievo vero e proprio.

I rimandi ai server FTP possono comparire nella finestra Chat oppure possono essere richiesti con il comando !DLIST. Dall’elenco si rileva poi l’indirizzo IP, il nome di login e la password per l’accesso al server. Un programma adatto per il download è, per esempio, Leech-FTP (freeware la cui versione si può scaricare liberamente all’indirizzo Internet leechftp.org

Lista di client IRC

AdiIRC (Freeware; Windows)
BitchX (GPL; Linux, Unix, Mac OS, Windows)
CBIRC
ChatZilla (MPL/GPL/LGPL; Linux, Mac OS, UNIX, Windows. Scritto in JavaScript e XUL)
Coolsmile (GPL; tutte le piattaforme. Scritte in Java)
DIRC (Shareware; Windows)
ejabberd (GPL; tutte le piattaforme. Scritto Erlang)
ERC (GPL; tutte le piattaforme. Scritto in Emacs Lisp)
HydraIRC (Freeware; Windows)
IceChat (Freeware; Windows)
JchatIRC (GPL; Linux, Windows, Mac OS X. Scritto in Java)
Konversation (GPL; Linux, UNIX)
LimeChat (freeware; Mac OS X, iPhone OS, Windows. Scritto in Ruby)
LostIRC (GPL; Linux)
Miranda IM (GPL; Windows)
MiaouIRC (GPL; tutte le piattaforme. Scritto in Java)
mIRC: (Shareware; Windows)
Opera (tutte le piattaforme)
OriXchat (GPL; Linux, Windows)
Pidgin (GPL; Linux, UNIX, Windows)
Trillian (Freeware per basic e Shareware per la versione pro ; Windows)
WeeChat (GPL; Linux, UNIX, FreeBSD, OpenBSD, NetBSD, Mac OS X, GNU/Hurd, Solaris, QNX).
xiRCON (Freeware; Windows)
XChat (GPL; Linux, Windows, Mac OS X, FreeBSD, OpenBSD)