Programmi per registrare lo Stream


STREAM

Sempre più spesso sul web sono disponibili trasmissioni audio e video in tempo reale, grazie al ricorso alle tecnologie di streaming. In occasione di eventi speciali, per esempio un concerto per la presentazione di un nuovo disco, molti utenti vorrebbero  avere la possibilità di catturare i flussi stream (audio e video) così da poterli successivamente rivedere.



Purtroppo, Windows Media Player non dispone  di funzioni utili a questo scopo. La ragione è semplice: Microsoft in primis non ha nessun interesse a incitare i propri utenti a violare la

 

legge sul diritto d’autore. Come i più esperti già sanno, però, bastano  davvero pochi e semplici trucchi per riuscire a memorizzare sul disco fisso qualsiasi flusso di dati in streaming.

AUDIO

 

Advanced Sound Recorder per Windows  raggiungibile  oppure Audio MP3 Sound Recorder   attraverso  sono due dei numerosi programmi shareware che permettono di supplire alle carenze del Media Player di Windows in fatto di funzioni per la registrazione dei dati stream.

Advanced Sound Recorder, in compenso, si rivela abbastanza semplice da utilizzare e, anche nella versione demo, le limitazioni sono praticamente inesistenti. Il programma, che può essere utilizzato anche per la conversione dei file da WAV a MP3, si presenta come u normale player multimediale, con tanto di display che indica lo stato di avanzamento della registrazione/riproduzione. Le uniche differenze riguardano ovviamente la presenza di un tasto REC, che da inizio alla registrazione, e quella di una finestra che visualizza il percorso selezionato per la sessione di registrazione in corso. Prima di iniziare a catturare un flusso di dati audio, però, bisogna definire con precisione alcuni parametri fondamentali. Facendo clic con il mouse sul pulsante OPTIONS, infatti, si accede a una finestra che consente di definire la risoluzione del campionamento audio, il formato del file e, nel caso si sia optato per una codifica MP3 in tempo reale, anche i parametri di compressione, come per esempio il  bitrate.



Sempre in questa finestra è possibile scegliere se abilitare o meno la speciale funzione di NOISE REDUCTION, che dovrebbe garantire una  migliore qualità audio complessiva. Per questo scopo,  però, Advanced Sound Converter mette a disposizione anche un apposito editor, accessibile dalla finestra principale del programma. Infine, meritano  una citazione sia il pulsante di accesso rapido alle funzioni di regolazione audio di Windows, sia la possibilità di programmare l’avvio e la chiusura automatica di una sessione di registrazione. Possiede un sistema di attivazione vocale con il quale è possibile scegliere di saltare passaggi silenziosi, o fermare la registrazione dopo un certo periodo di silenzio. Questa opzione è particolarmente utile quando si registra lo streaming audio e congestione di rete si interrompe temporaneamente il flusso.  Le registrazioni possono essere salvati come file. Mp3,. Wav,. Wma,. VQF e. Ogg.

VIDEO

Con qualche tool speciale e un paio di trucchetti è possibile registrare anche i formati stream video riprodotti dal Windows Media Player. Più precisamente si possono comodamente catturare tutti i filmati con estensione ASF, ASX, WMA, WMX, WMV o WVX.

 

Per gli altri formati, per esempio quelli riprodotti da Real Player o Quicktime, è necessario ricorrere a espedienti diversi, elencati nel paragrafo  seguente. Il freeware in lingua inglese ASF Recorder , è senza dubbio uno dei programmi più utilizzati per registrare flussi stream riprodotti da Windows Media. In effetti le prestazioni sono di buon livello, anche se va detto che nel  corso dei test il programma ha anche causato numerosi crash di sistema, apparentemente inspiegabili. Per metterne alla prova le capacità, comunque, bisogna innanzitutto inserire l’indirizzo Internet esatto della pagina che contiene lo stream selezionando dal menu FILE, il comando OPEN URL. Dopodiché, occorre aprire il browser e visitare proprio il sito web con lo stream desiderato e avviare la iproduzione del video. Dopo qualche istante, fermatela,  fate clic con il pulsante destro del mouse nella finestra video e selezionate la voce PROPRIETÀ.




Se la riproduzione è eseguita con Media Player, l’indirizzo compare nella scheda PRESENTAZIONE.

Fate doppio clic sull’indirizzo fino a farlo diventare blu (selezionato). Ora, con il pulsante destro del mouse fate clic sul testo e scegliete la voce COPIA. Passate a ASF Recorder e ripetete l’operazione all’interno dell’apposita riga di comando, scegliendo però la voce INCOLLA. Oltre all’ indirizzo del file  video, però, occorre aggiungere anche il relativo nome, indicato all’interno della scheda PRESENTAZIONE. Aggiungetelo al percorso appena copiato  nella riga di comando di ASF Recorder e selezionate il comando PREVIEW dal menu STREAM per seguire  il video durante la registrazione. Qualora, invece, per la riproduzione il sito web utilizzi Media Player,  l’utente può procedere in modo analogo, ma più semplice. In questa versione, infatti, indirizzo e percorso si trovano sulla scheda DETTAGLIO FILE, dopo POSTO IN MEMORIA, e possono essere  velocemente copiati negli appunti.