Programma per immagini digitali


Cos’è Adobe Photoshop Album ?

 photoshop Album

Le applicazioni per gestire le immagini digitali su computer sono sempre più diffuse, per rispondere alle esigenze di quegli utenti che desiderano mantenere il controllo di archivi sempre più corposi, in cui le fotografie spesso si accumulano e “spariscono” dalla vista. I

n questo promettente settore però non esiste ancora uno standard di mercato né un particolare modello a cui fare rifeririferimento, quindi i vari produttori hanno cercato di realizzare per i propri prodotti interfacce e funzionalità a loro giudizio utili e di facile impiego. L’ultimo nato è Adobe Photoshop Album, da non confondere con Elements e con il vero e proprio Photoshop.



Con questo prodotto Adobe si è posta l’obiettivo di offrire un’applicazione caratterizzata da un ambiente unico per l’acquisizione, l’organizzazione, la ricerca, la stampa e l’archiviazione delle immagini. Ecco allora che Photoshop Album si presenta con un’interfaccia molto intuitiva, le sei attività principali, ovvero GET PHOTOS (prendi le foto), ORGANIZE (organizza), FIX PHOTOS (metti a posto le immagini), FIND PHOTOS (trova), PHOTO CREATIONS (creazione foto) e SHARE PHOTOS (condividi), direttamente dalla “guida rapida”.

La prima operazione da fare è ovviamente quella di inserire delle immagini in Album. Una volta selezionato il comando GET PHOTOS compare un menu a icone che guida passo passo nell’acquisizione le foto da fotocamere, scanner, dischi fissi o altri supporti rimovibili.

Le immagini già presenti sul disco rigido o su un CD vengono riconosciute dal programma e inserite nell’album come miniature, senza bisogno di copiarle fisicamente a piena risoluzione. Durante la ricerca nelle unità locali è anche possibile definire la dimensione minima delle immagini da inserire nell’album.

Al termine di questa operazione si passa alla visualizzazione con le miniature delle immagini e ai vari pannelli per la relativa gestione.

Oltre alle due barre superiori che ospitano i menu e le icone delle azioni disponibili, in Photoshop Album è anche presente una timeline (linea del tempo) orizzontale, affiancata sul lato sinistro un pannello con i tag (marcatori), mentre nella parte bassa dell’interfaccia trova posto una barra con ulteriori opzioni.

CON TANTO DI DETTAGLI

Il pannello dei marcatori permette di creare categorie e sottocategorie con cui organizzare le immagini. Ogni marcatore può essere associato a un’immagine con una semplice operazione di drag-anddrop, mentre selezionando nel pannello la visualizzazione selettiva delle categorie è possibile effettuare una prima ricerca delle immagini.

Un altro metodo, molto particolare, per selezionare le immagini passa attraverso la linea del tempo, dove delle barre indicano la distribuzione delle immagini per data di creazione, mentre dei cursori permettono di scegliere il periodo da visualizzare.



Ogni immagine può essere gestita tramite il pannello delle proprietà, che visualizza i dati specifici del file e permette di associare un file audio. In aggiunta può anche essere collegato del testo descrittivo, utile per le ricerche. Sul versante fotoritocco, l’opzione offerta da Photoshop Album è duplice: single clic e manuale.

Con un solo clic è possibile regolare il colore, il contrasto, i livelli o la nitidezza, mentre si può intervenire manualmente sugli occhi rossi, sul taglio dell’immagine (crop o ritaglio), su luminosità e contrasto, sull’illuminazione e sulla saturazione del colore. La parte creativa, invece, è affidata a wizard per la realizzazione di calendari, biglietti di auguri, slide-show, gallerie su web e altro ancora, con la possibilità di generare PDF, inviare messaggi di posta elettronica e stampare. Infine, l’archiviazione delle immagini viene gestita da Photoshop Album pilotando il masterizzatore CD o DVD.

“Uno strumento per gestire l’archiviazione, l’organizzazione e la stampa delle immagini. Inoltre, Photoshop Album fornisce utili accorgimenti, come la masterizzazione e la conversione in PDF. “