Aggiungere presentazioni con Powerpoint


 

Uno dei punti di forza di Powerpoint è la possibilità di aggiungere delle animazioni agli oggetti che compongono una presentazione. A patto di non abusarne, questa è una funzionalità che permette di creare lavori sicuramente interessanti, che hanno l’obiettivo di rendere meno statico il succedersi delle diapositive e mantengono viva l’attenzione da parte del pubblico che ne segue i contenuti. Esistono varie animazioni predefinite, che consentono di ottenere risultati grafici di notevole interesse, e molteplici possibilità di personalizzazione delle stesse, applicando alle strutture già esistenti la vostra fantasia.



 Supponete, per esempio, di avere la necessità di creare un’animazione che preveda lo spostamento di un oggetto (in questo caso una clipart di quelle disponibili di default) attraverso tutta la diapositiva, entrando da un lato e uscendo dall’altro. Questa è una delle animazioni non accessibili in maniera diretta, in quanto non fa parte di quelle predefinite, ma è però facilmente creabile. Una volta aperta la vostra presentazione (preesistente o nuova) fate clic su INSERISCI/IMMAGINE/CLIPART e scegliete tra le categorie presenti quella che più si avvicina alle vostre necessità, selezionando poi l’immagine da pubblicare. A questo punto trascinate l’oggetto al di fuori dell’area visibile della diapositiva, o da un lato o d all’altro a seconda del movimento che avete intenzione di applicare. Tenente presente che il punto in cui posizionerete l’oggetto sarà quello relativo alla fine dell’animazione: in altre parole, sarà la destinazione finale del movimento dell’oggetto.


Selezionate l’oggetto e premete il tasto destro del mouse. Nel menu contestuale scegliete la voce ANIMAZIONE PERSONALIZZATA e mettete il flag di scelta nell’immagine a cui applicare l’animazione. Selezionate poi la scheda EFFETTI e alla sezione IMMISSIONE ANIMAZIONE E SUONO scegliete la voce A ENTRATA e impostate il valore di partenza del movimento inverso rispetto al posizionamento dell’oggetto (se l’immagine finale è posizionata a sinistra della diapositiva, l’impostazione dovrà essere A DESTRA e viceversa).

Nella sezione DOPO L’ANIMAZIONE scegliete l’opzione NASCONDI e poi premete il tasto ANTEPRIMA. Se avrete seguito correttamente i passaggi descritti, vedrete scorrere da un lato all’altro della diapositiva la vostra immagine. Ovviamente lo stesso effetto potrete applicarlo el caso vogliate che l’oggetto in questione scorra dall’alto al basso e viceversa, cambiando semplicemente la
posizione iniziale dell’immagine e il valore di partenza dell’azione.

IMMAGINI SCATTANTI

 Avrete sicuramente notato come lo spostamento di oggetti sulla diapositiva sia tutt’altro che fluido. Le immagini o le tabelle sembrano muoversi a scatti, sia che vengano trascinate nella posizione voluta utilizzando il mouse, sia nel caso che per effettuare gli spostamenti si preferisca usare i tasti freccia. Questo avviene perché gli oggetti vengono spostati seguendo quelle che vengono definite UNITÀ DI GRIGLIA, che misurano all’incirca due millimetri. Ovviamente questo non permette una definizione molto precisa del layout finale, ma combinando la pressione di altri tasti con quelli responsabili del movimento potrete facilmente superare l’ostacolo.

 Se spostate gli oggetti utilizzando il mouse, tenete premuto in contemporanea il tasto ALT e vedrete il movimento farsi più fluido, mentre per ottenere il medesimo risultato, utilizzando i tasti freccia, tenete premuto contemporaneamente anche il tasto CTRL. Se Utilizzate il mouse potrete poi vincolare gli spostamenti degli oggetti nelle direzioni predefinite, premendo il tasto SHIFT, così come avviene in tutti gli altri applicativi della famiglia Microsoft. Se le guide non dovessero essere visualizzate fate clic su VISUALIZZA/GUIDE e, per replicare le stesse (sia orizzontali sia verticali) nelle posizioni che preferite, tenete premuto il tasto CTRL, dopo averle selezionate, quindi spostatele nel punto desiderato.