Perfect Utilities: suite strumenti software per mettere a punto il PC


Di prodotti destinati a ottimizzare il sistema ce ne sono ormai a bizzeffe: Web e scaffali dei rivenditori ne sono pieni. Sono utility di ogni tipo: dalle più semplici alle più raffinate, gratuite o con costi contenuti.

Alcune si limitano alla pulizia del Registro e alla sua ottimizzazione altre estendono i loro compiti anche ad altre funzioni, come protezione antispyware e antivirus.

Alcune, non molte, includono utility interessanti, come l’ottimizzazione dell’interfaccia di Windows o la deframmentazione. Altre ancora verificano lo stato del sistema e dei suoi parametri vitali (gestione della memoria virtuale e del file di paging), ottimizzano il collegamento Internet o eliminano la “spazzatura”. Trovare un prodotto che riunisce in sé tutte quante queste funzioni e, cosa che non guasta, non costa nulla, non è facile.



Eppure Perfect Utilities offre proprio tutto questo: uno strumento di ottimizzazione del PC freeware. Esso combina più di 20 strumenti in un unico pacchetto per pulire, ottimizzare e velocizzare le prestazioni del sistema. Offre una interfaccia facile da usare che organizza tutte le attività in categorie e fornisce statistiche grafiche, quando possibile.

Come utilizzare il programma.

L’interfaccia principale è più o meno organizzata come quella di molti dei prodotti concorrenti. Prima di tutto consigliamo di partire con la pulizia automatica del sistema. Il programma chiederà quali dischi controllare, dopodiché avvierà il processo di verifica.

È interessante osservare che, selezionando “Skip folder”, è possibile definire cartelle da escludere dal controllo.

Nella stessa finestra è possibile selezionare le opzioni di ricerca (Search options).

È possibile anche raffinare l’operazione, eliminando file e cartelle secondo scelte più oculate (cartelle nascoste, cartelle non più utilizzate da tempo, shortcut che non puntano più da nessuna parte). Nella stessa finestra, selezionando in alto “Cleaning options”, potrete scegliere di stabilire anche la sorte del materiale spazzato via: cancellarlo definitivamente, buttarlo nel Cestino o custodirlo in una cartella per un’eventuale controllo successivo.

Il modulo che più migliora le prestazioni del PC è l’utility di pulizia del Registro. Qui è possibile rintracciare e sottoporre a eliminazione chiavi abbandonate da disinstallazioni non perfettamente eseguite (o progettate), perdute durante operazioni di spegnimento o depositate, in forma provvisoria (Nero è un vero maestro, in questo) nel Registro e mai più eliminate.

Eseguire questa operazione periodicamente rappresenta l’elisir di lunga vita del PC.

Gli strumenti comprendono Junk File Cleaner, Registry Cleaner, Disk Cleaner, ottimizzatore di memoria, informazioni di sistema, Registry Backup Tool, File Encryption Tool, Uninstaller sicuro, Duplicate File Finder, File Shredder, File Recovery Tool, strumento di deframmentazione del disco e molto altro.



Non poteva certo mancare un deframmentatore. Quello di Perfect Utilities non è particolarmente veloce, ma è molto efficace. Come si vede, l’operazione può essere avviata su una singola memoria di massa, o su più dischi contemporaneamente.

Peccato non esista un sistema per poter stabilire prerogative di precedenza nei confronti degli altri processi in corso.

Conoscere, momento per momento, la struttura e la gestione della memoria RAM rappresenta un ottimo metodo per tenere sotto controllo le prestazioni del computer. Fate clic su “Optimize settings”: potrete stabilire valori minimi e massimi, in base ai quali il programma interverrà per avviare la relativa operazione. In ogni caso è contemporaneamente possibile visualizzare l’impiego in tempo reale delle risorse del microprocessore (CPU information). Molto utile anche la ricerca dei file duplicati.

L’eliminazione dei doppioni, però, va effettuata con prudenza. Se un file è presente in cartelle diverse, l’eliminazione di uno di essi può determinare malfunzionamenti in un programma che fa riferimento proprio a quella risorsa.

PERFECT UTILITIES

In “System tools” il modulo più interessante è sicuramente “Process manager”.




In passato commercializzato come pacchetto separato, oggi è inserito in questa suite e permette di verificare, in tempo reale, una serie di parametri fondamentali del sistema: utilizzo della memoria fisica e virtuale, impegno della CPU e uso del file di paging (Page file).

Inoltre è possibile disabilitare, nell’elenco in basso, i processi in corso; operazione utile quando, per esempio, un programma bloccato pregiudica l’utilizzo degli altri.

Non manca un ambiente di “undelete”, in questo caso abbastanza sofisticato, visto che permette di riconoscere ed eliminare dal recupero i file inutili. L’altra faccia della medaglia, rispetto alla funzione precedente: lo “shredder”.

Questo strumento permette di cancellare definitivamente (e senza possibilità di riutilizzazione) file gettati nel Cestino.

Quale opzione aggiuntiva, il sistema permette di cancellare anche le tracce di attività eventualmente salvate su disco. L’operazione avviene attraverso la sovrascrittura di bit casuali, più volte, sullo spazio libero.
Perfetto Utility consente a Windows di funzionare in modo più efficiente e ti dà più spazio sul disco rigido.