Migliorare il sistema di raffreddamento del computer


Soprattutto nel periodo estivo i nostri PC raggiungono temperature elevate. Migliorare il sistema di raffreddamento del computer 

Dissipatori per la Cpu

Se vi mettete alla ricerca delle ventole e dei sistemi di raffreddamento di un pc, appena aperto il cabinet non farete molta fatica per trovare quello che è a tutti gli effetti il perno di qualsiasi sistema di dissipazione, ovvero il gruppo composto generalmente dall’accoppiata  dissipatore e ventola, preposto al controllo della temperatura del processore. Ciò non si
deve solo al fatto che in ultima analisi da esso dipende letteralmente la vita di ogni CPU, ma anche al fatto che si trova in una posizione piuttosto centrale e visibile della scheda madre.

Con le dovute eccezioni, per poter giudicare a colpo d’occhio rumorosità  ed efficienza termica di ogni dissipatore per CPU,bisogna tenere conto che le soluzioni classiche, ossia basate su un generoso dissipatore lamellare quadrato  con sovrapposta una ventola più o meno grande, sono sovente anche quelle più rumorose. Fanno eccezione i sistemi i cui dissipatori sono realizzati con  materiali speciali a maggiore efficienza termica, come il più costoso (e pesante) rame, e che per questo possono utilizzare ventole meno potenti o che operano a minore velocità, con tutto beneficio per la rumorosità.



Dissipatori per la CpuIn alternativa a queste soluzioni per così dire classiche vi sono poi dissipatori che grazie a dimensioni davvero ragguardevoli e a speciali forme, possono  addirittura fare a meno di una vera e propria ventola, a patto però che sa garantita un’ottima e costante circolazione dell’aria all’interno del cabinet.

Nel mondo reale, ossia nella stragrande maggioranza dei pc in circolazione,  i produttori hanno spesso puntato su soluzioni basate sull’accoppiata dissipatore/ventola optando per modelli economici, ma niente affatto  silenziosi, soprattutto nel caso dei sistemi “compatti”.

Efficienza Termica Smaltire Il Calore

Tanto per fare un esempio alcuni modelli di pc targati Fujitsu Siemens utilizzano dissipatori Coolermaster, che opera a 5.134 giri al minuto ed  emette 3,6 sone: decisamente troppo. Decisamente più silenziose dei dissipatori standard sono le tecniche di raffreddamento avanzate, come quelle utilizzate da Dell per la sua serie Optiplex. In questo caso il problema del raffreddamento è stato  risolto coprendo con uno speciale “deviatore” di plastica, che ha il compito di trasportare l’aria calda, dissipatore e ventola del processore.

La capacità di dissipazione di questo sistema è così elevata da permettere alla ventola di operare a velocità di rotazione decisamente modeste, tanto da risultare praticamente impercettibili anche all’orecchio più sensibile.

Ancora più silenziosa, ma decisamente più costosa, è la cosiddetta soluzione basata su heat pipe. Si tratta di una tecnica che fa addirittura del tutto a meno di ventole. Grazie alla presenza di uno o più cilindri cavi, al cui interno scorre uno speciale liquido cui spetta il compito di raccogliere il calore proveniente dal processore e smaltirlo nella’aria circostante. Le heat pipe si trovano solitamente solo nei pc di alta fascia, ma non possiamo  escludere altre eccezioni in futuro, anche a causa del progressivo abbassamento dei prezzi. Inutile dire che i sistemi di raffreddamento a liquido, che potrebbero essere la soluzione migliore sia per quanto riguarda lo  smaltimento del calore, sia la rumorosità, sono invece facilmente riconoscibili all’interno di un pc, anche se attualmente sono davvero una rarità.



LA SCHEDA GRAFICA
Se tra le caratteristiche che avete richiesto per il vostro nuovo pc c’è anche una scheda video 3D dell’ultima generazione, allora, per valutare in anticipo la rumorosità del pc non si può NVIDIA Quadro K600 scheda grafica - 1 GB prescindere da un controllo relativo alla GPU e al suo sistema di raffreddamento.

Nel corso di qualche anno, la crescita esponenziale della potenza dei processori video, ha reso  necessario il passaggio dai vecchi sistemi di raffreddamento passivi (ossia basati sul solo dissipatori), a modelli con ventola via via più grande, potente e rumorosa.

Visto che per i malati dell’overclocking la potenza sembra davvero non bastare mai, però, anche le “mostruose” ventole dei modelli delle schede video più recenti si possono rivelare insufficienti a gestire le elevate temperature provocate dall’aumento di frequenza della GPU o delle memorie.

Per questo l’offerta di dissipatori “speciali” per schede video è recentemente aumentata in modo considerevole.

Tra le novità di maggiore interesse, specie per chi ha il solo obiettivo di diminuire la rumorosità senza per questo penalizzare le prestazioni, si segnalano soprattutto le soluzioni, come quella proposta da Zalman e che si basano sul ricorso a generosi dissipatori realizzati in materiali speciali e al cui interno sono inserite una o più heat pipe, senza che sia necessario il ricorso a una ventola.





Unica controindicazione, il prezzo: troppo elevato soprattutto considerando che va a sommarsi a quello ancora più rilevante necessario per l’acquisto della scheda video stessa.
Più semplice e conveniente, per chi non ha l’esigenza di cercare a tutti i costi il massimo delle prestazioni  video, si rivela optare per l’acquisto di una soluzione dotata di sistema di dissipazione passivo, come per esempio la Pny Europe NVIDIA Quadro K600 scheda grafica – 1 GB al costo di sole 160.32€*.