Media center fai da te


Media center fai da te Non c’è solo Microsoft sul mercato dei “media center”. Pinnacle, per esempio, ne propone tre. Negli scorsi mesi si è molto parlato dei Microsoft Media Center, i personal computer equipaggiati fin dall’origine con periferiche e software in grado di realizzare funzioni di sintonizzatore Tv, videoregistratore digitale, juke-box e riproduttore di DVD e fotografie.

Ma, a meno che Bill Gates non cambi idea, per avere l’edizione speciale Media Center di Windows anche per altre piattaforme dovete comprare un PC nuovo, infatti Media Center codec Windows media Playerfunziona solo con Windows Vista, Windows 7 e Windows 8: questo sistema operativo infatti non viene venduto separatamente dall’hardware. Microsoft spera così di poter controllare meglio il processo di certificazione delle varie componenti del computer, riducendo il numero dei conflitti fra schede, driver eccetera. Fortunatamente c’è chi ha pensato di proporre soluzioni alternative, che permettano di trasformare il proprio PC in un media center senza dover ricomprare tutto. Pinnacle Systems, da tempo specializzata nell’audio video, propone ben tre soluzioni di questo tipo. Abbiamo provato il modello PCTV Media Center , un modulo sintonizzatore Tv digitale esterno da collegare al PC tramite porta USB  e quindi adatto anche all’uso sui portatili.



La confezione comprende, oltre al sintonizzatore vero e proprio (un compatto apparecchio di circa 10 x 8 x 3,5 cm) un completo telecomando a infrarossi (con relative batterie), il cavo USB e il disco con tutto il software. L’installazione hardware si limita al collegamento al modulo sintonizzatore del cavo d’antenna e del cavo USB  che lo connette al computer e provvede anche a fornire la necessaria alimentazione. Le prese frontali di ingresso video non erano supportate dalla versione del software fornita. Un clic sul programma di installazione e in una decina di minuti vengono caricati tutti i software necessari. Le richieste di sistema non sono basse: il dispositivo richiede almeno un Pentium 4 1,5 GHz (o AMD Athlon 1800+) e sistema operativo Windows, anche Xp va bene per le vostre esigenze, visto il fine supporto invece che rottamare il vostro computer potete trovare un utilizzo alternativo.

A scanso di equivoci, il programma di installazione esegue dei test hardware e software per garantire che il PC sia in grado di reggere il carico di lavoro dovuto. Alla fine si riavvia il computer e si provvede a configurare il tutto. In realtà, i valori proposti dal programma sono già corretti per l’uso normale e l’unica fase un po’ laboriosa è la ricerca dei canali (automatica, ma poi bisogna mettergli il nome e organizzarli nell’ordine preferito). A questo punto si lancia l’applicazione MediaCenter, e ci si ritrova nel menu principale che consente di selezionare le funzioni principali (Tv e videoregistrazione, riproduzione film, musica e foto).

Tutto è gestibile da telecomando all’incirca come con l’applicazione di Microsoft. Le funzionalità che ci attendiamo da questi programmi ci sono tutte, dalla “messa in pausa” delle dirette TV alla videoregistrazione digitale, dal televideo all’elenco programmi elettronico, dalla riproduzione dei DVD alle funzioni di fotoalbum. Un’applicazione separata invece consente una comoda gestione della propria biblioteca di contenuti, dalle musiche ai film, con possibilità di masterizzazione in vari formati, e un’altra garantisce l’accesso ai servizi del portale Internet Tv.

 

Nel complesso, Pinnacle  è una soluzione interessante per chi vuole un media center senza essere costretto a cambiare il PC.



Collegare il portatile alla TV

Connettori di un monitor Tv

Per collegare al monitor TV un computer ecco ingressi di collegamento da utilizzare, si consiglia se disponibile sempre il risultato migliore

collegare al monitor TV una fonte video esterna