Maschere input access


LE MASCHERE D’INPUT di Acccess servono per guidare l’utente nell’inserimento dei dati e per evitare di avere, all’interno della tabella, valori non conformi alle specifiche.

logo accessAll’interno di Access, le  maschere costituiscono essenzialmente  un’interfaccia tra l’utente e l’applicazione, e consentono di gestire la presentazione dei dati e il controllo del flusso d’esecuzione  dell’applicazione. Tra i compiti figura anche la creazione di finestre per l’inserimento dei dati, con la conseguente  esecuzione delle operazioni relative a quell’input, e la visualizzazione di  eventuali messaggi. Esiste però un’altra tipologia di maschera, la MASCHERA D’INPUT, che viene definita in fase di creazione di ciascuna tabella e serve per vincolare l’inserimento dei dati in un  determinato campo solo se questi rispondono a certi criteri. Per esempio, questo modello può riportare la lunghezza massima del dato o della stringa  da accettare come input, oppure vincolare l’immissione dell’informazione in presenza o meno di particolari tipi di  dati.



 Questo può essere d’aiuto soprattutto quando i dati da immettere sono  gestiti da terze persone rispetto al programmatore e, quindi, necessitano di  una guida per il corretto inserimento dei valori nel database. Per inserire una maschera  d’input si  può lavorare sia in fase di creazione della la tabella sia successivamente. Supponendo di operare su una già esistente, e volendo vincolare l’inserimento di dati, fate clic sul campo che volete controllare in modalità STRUTTURA. Nell’area PROPRIETÀ CAMPO troverete una casella denominata MASCHERA D’INPUT: cliccate  al suo interno e sul lato destro comparirà  un pulsante con tre punti. Selezionatelo per entrare nella modalità

CREAZIONE GUIDATA MASCHERA D’INPUT.

Qui troverete indicati alcuni dei formati più comunemente utilizzati nei  database, che richiedono un’immissione guidata dei dati: scegliete uno di quelli predefiniti oppure procedete alla creazione di uno nuovo.  Per procedere in questa operazione selezionate il pulsante MODIFICA ELENCO e premete il tasto di spostamento presente sulla barra di navigazione, identificato dalla freccia  a destra seguita da un asterisco, in modo da visualizzare un nuovo record. A questo punto dovrete definire il nome della nuova maschera alla voce DEFINIZIONE, e le sue proprietà in quella MASCHERA  D’INPUT.

La creazione di quest’ultima prevede l’utilizzo di alcuni simboli particolari che possono essere combinati tra loro. Lo zero indica che possono  essere inseriti numeri da 0 a 9 senza segno + o -, e le celle che non hanno tali valori saranno indicate  come 0. Quando è presente il numero 9 significa che i valori vuoti  saranno identificati da uno spazio, il diesis (#) identifica le celle in cui  potranno essere inserirti numeri con segno di valore, mentre la “L” indica che le lettere potranno essere solo   maiuscole. Al punto di domanda (?), invece, corrispondono quelle celle che accettano sia maiuscole sia minuscole.  Il simbolo A, poi, sta a indicare che possono essere inseriti indifferentemente  valori numerici o alfabetici, mentre il simbolo della e commerciale (&) consente, più genericamente, di inserire qualsiasi carattere, compresi gli spazi.

Infine, la lettera C è uguale al simbolo  &, ma mentre il primo vincola l’inserimento  di un valore, la seconda permette anche valori di tipo NULL. Esistono poi i segni d’interpunzione (,.; – /), che indicano la presenza di un  segnaposto decimale, il quale può indicare anche un separatore, ossia un carattere che divide unità di testo o di numeri.
Tenete presente che il carattere effettivamente   Utilizzato dipende dalle impostazioni inserite nella finestra di dialogo PROPRIETÀ/IMPOSTAZIONI INTERNAZIONALI del PANNELLO DI CONTROLLO  di Windows, così come in Excel. Altri caratteri, che si possono  usare nella maschera d’input, sono quelli che convertono i dati inserti, come per esempio il simbolo di minore  (), che le converte in minuscolo. Non dimenticate che quando si digitano  dei dati in un campo, per cui è stata definita una maschera di input, i dati verranno sempre immessi in modalità SOVRASCRITTURA.

Le maschere in Access   sono un’interfaccia tra l’utente e l’applicazione e facilitano l’inserimento uniforme dei dati e la loro visualizzazione