Macromedia Studio MX – editing web


Studio MX è una raccolta completa di programmi adatti per tutte le fasi che portano dallo sviluppo del progetto alla pubblicazione on-line di un sito Internet, e  che comprende anche Flash e Dreamweaver, due degli applicativi più diffusi e utilizzati per realizzare soluzioni  ad alto contenuto interattivo e che rappresentano la scelta a più alto contenuto tecnologico proposta da Macromedia.

 A questi software, ormai noti sia agli utenti professionali sia a quelli amatoriali, si affiancano altri due applicativi specificatamente preposti  allo sviluppo della grafica per il web: Fireworks e Freehand. Si tratta di strumenti per realizzare disegni vettoriali (del resto anche Flash opera in questa modalità) e costituiscono una valida,  e più economica, alternativa a prodotti più blasonati come Photoshop (non vettoriale) e Illustrator, poiché durante l’uso  i rivelano due validi complementi  rispettivamente nel ritocco fotografico e nel disegno. Come si capisce dalla sigla posta accanto al nome della suite, tutti i programmi inseriti da Macromedia sono aggiornati alla versione e sono contraddistinti da una concreta riorganizzazione dell’interfaccia, che ha permesso sia di razionalizzare ulteriormente la disposizione degli strumenti sia di ottimizzare l’uso dell’area visualizzata  sullo schermo.

Questi interventi sono ben visibili in tutti gli applicativi, ma è particolarmente apprezzabile in Dreamweaver dove, finalmente, la finestra che comprende i file e i componenti del sito è delle corrette dimensioni e non consuma spazio a quella  relativa alle operazioni sulla pagina. Anche nell’ottica di  adeguare l’interfaccia grafica a quella di Windows XP, Studio MX propone una gamma di icone e colori che rendono più gradevole e facile la ricerca e l’uso degli strumenti  in dotazione ai programmi.Un’altra novità implementata in tutti gli applicativi è l’adozione di una schermata  iniziale in cui vengono riassunte le diverse modalità per cominciare a lavorare.



Questa soluzione rende più ergonomico  l’accesso agli ultimi progetti perti, compresi quelli lasciati in sospeso, e permette di selezionare i template, i modelli e gli stili (tra cui quelli con estensione CSS di Dreamweaver), pronti per essere utilizzati all’interno del sito che ci si appresta a sviluppare. A questo  proposito, utilizzando il pannello inserito nella nuova versione di Dreamweaver  si può gestire agilmente il formato del progetto web scegliendo  tra una nutrita lista di possibilità,  che comprende tutti gli schemi più diffusamente utilizzati on-line, compresi ASP, PHP e numerose altre estensioni dinamiche. Anche la nuova versione di Flash  (la settima, per la precisione) adotta questa innovativa schermata all’avvio del software e offre novità riguardo l’uso di modelli già pronti per i nuovi  progetti, che permettono di scegliere già in questa fase alcune semplici tipologie di documento interattivo, per  esempio lo slide show (animazione simile alle presentazioni in Power  Point) capace di comporsi automaticamente, lasciando all’utente solo l’onere di inserire i contributi testuali e multimediali (foto, immagini e suoni).

 Per rendere più semplice e intuitivo l’apprendimento e l’uso dei programmi inclusi per  la progettazione dell’aspetto  grafico, Macromedia ha adottato per tutti i componenti di Studio MX  un singolo modello di interfaccia,  di volta in volta adattato ai singoli applicativi. Questo accorgimento  dovrebbe garantire una maggiore facilità d’uso, soprattutto per chi non ha avuto ancora modo di usare i software  della suite, ma rende più semplice anche agli utenti esperti il passaggio da un applicativo all’altro in fase  produttiva. La nuova organizzazione dello schermo permette di trovare nella medesima posizione le categorie di comandi analoghi all’interno dei  programmi, per esempio gli strumenti di modifica delle proprietà degli  oggetti stanno in basso sia in Flash sia in Fireworks, ma il tipo di oggetti modificabili e la modalità di queste  operazioni cambiano dall’uno all’altro a seconda delle specifiche funzionalità. Tutto ciò senza modificare la filosofia che contraddistingue da sempre gli strumenti di Macromedia  e che si può percepire utilizzando tutti i componenti della suite.  Vale la pena di soffermarsi anche sulle novità peculiari introdotte in Studio MX, valutandole all’interno  dei singoli pacchetti. Da capostipite degli applicativi di Macromedia dedicati alla creazione e alla pubblicazione di pagine HTML,  Dreamweaver MX con il tempo è diventato uno strumento completo per la gestione dell’intera architettura  del sito.

dreamweaver studio mx

Dreamweaver è un programma per la realizzazione di siti web prodotto da Macromedia

Nella versione sono stati introdotti strumenti che permettono di simulare un server per poter testare al meglio il funzionamento dei  database dinamici, senza ricorrere ad applicativi esterni complicati e difficilmente configurabili come ColdFusion  (peraltro presente nella precedente versione di Studio MX). Flash MX è ormai diventato un punto  di riferimento nel mondo degli sviluppatori web, poiché permette di realizzare agilmente progetti altamente  interattivi e di notevole complessità, come i videogiochi destinati a essere utilizzati on-line. Il tutto con una forte   ottimizzazione per l’ambito web grazie  all’impiego di grafica vettoriale, ma proprio per questo il software si è rivelato nel tempo particolarmente versatile anche per la creazione di ipertesti su CD-ROM.

Ultima versione ha introdotto numerose novità volte a implementare  la dotazione degli strumenti dedicati alla grafica, oltre alla già citata schermata iniziale che permette anche agli utenti poco pratici di realizzare  senza sforzo semplici prodotti multimediali di buona qualità.
Inoltre, in questa nuova edizione  spicca l’organizzazione dell’interfaccia attraverso l’uso di finestre facilmente attivabili e disattivabili, un accorgimento che rende sempre agevole  la visualizzazione dell’area di lavoro, mantenendo raggruppati tutti i comandi necessari, per evitare inutili perdite di tempo dovute alla ricerca  degli strumenti negli scomodi (e spesso non ergonomici) menu a tendina.  Fireworks MX è il programma sviluppato più di recente, se paragonato ai due precedenti, e rappresenta la proposta per il ritocco fotografico e per la manipolazione delle immagini in  formato digitale, per esempio ottenute da fotocamere digitali o da scansioni.

Tramite questo applicativo si possono realizzare anche pulsanti interattivi, animazioni e persino intere pagine web in formato vettoriale (formato PNG). Tutto sotto forma di immagini molto  leggere in termini di kilobyte, ma che offrono la possibilità di essere ingrandite  o rimpicciolite anche dinamicamente senza perdita di qualità. Grazie alla ricca dotazione di filtri e  formati, costituisce anche un potente strumento per la conversione dei formati grafici ed è particolarmente efficace nella trasformazione delle immagini in formato bitmap in vettoriali, grazie soprattutto ai numerosi parametri disponibili per massimizzare la qualità finale.  Infine, Freehand MX è l’applicativo dedicato al disegno: permette di realizzare  figure, elaborare artisticamente testi ed è anche predisposto all’impiego della tavoletta grafica. Da sottolineare la facilità con cui si rintracciano  gli strumenti all’interno dell’interfaccia e che rende questo software uno strumento importante per creare  materiale grafico di qualità in formato vettoriale, ideale per il web.
È interessante considerare come le  sinergie realizzabili tra questi quattro diversi programmi coprano effettivamente tutte le esigenze degli sviluppatori web anche di al to livello, che possono operare senza perdita di produttività controllando tutte le fasi che compongono  la creazione di un progetto web.