Glossario di Sicurezza informatica


Glossario della Sicurezza, termini per comprendere meglio utilizzo durante utilizzo del computer e internet

Termini utilizzati in materia di sicurezza informatica

Consulta il glossario dei termini specifici per conoscere tutti i dettagli della sicurezza informatica



Account: Iscrizione, tramite password e username, consente l’accesso alla Rete o a un servizio on-line.

Algoritmi crittografici: Sistema per criptare, segretare le informazioni scritte, in uso già presso gli antichi romani. La sua applicazione in campo informatico consiste nell’utilizzo di codici (algoritmi) che convertono i dati in modo da poter essere letti solo dallo specifico destinatario che possiede la chiave di lettura.

Antivirus: Software che si occupa di controllare tutti i dati contenuti all’interno del disco fisso per verificare la presenza di virus informatici ed eventualmente rimuoverli.

Backdoor: Programma che si installa di nascosto nel computer e “apre le sue porte” al mondo intero. Permette a chiunque di connettersi al PC, violando la sua privacy e sicurezza.

Cracker: Esperto di informatica in grado di infiltrarsi nei sistemi informatici protetti con intenti fraudolenti. La definizione è  stata coniata dagli hacker, nel tentativo di differenziarsi da chi utilizza le proprie  conoscenze per compiere atti vandalici o, peggio ancora, illeciti.

Domicilio informatico: spazio virtuale in cui si svolge la vostra attività informatica. File di log: È un documento nel quale è registrato automaticamente quanto accade durante il collegamento a una rete.

File di registro: Documento fondamentale di Windows, che contiene innumerevoli informazioni necessarie per il funzionamento  del sistema operativo, delle periferiche hardware e di tutte le applicazioni  installate.

File sharing: In inglese significa “Condivisione dei file”. Principio sul quale si basa lo scambio dei file tra singoli utenti grazie ai sistemi di peer to peer, vale a dire WinMX, eMule, Kazaa.



Firewall: Sistema hardware o software, connesso alla Rete, che consente di filtrare i pacchetti di dati in transito (in entrata  o in uscita) da un computer. Consente, tra le altre cose, di bloccare gli attacchi da  parte di hacker.

Hijacker: Letteralmente “dirottatore”. Sono così chiamati i software che modificano da sé l’indirizzo della pagina principale del browser. Home Banking: Tipologia di offerta di servizi che prevedono la gestione on-line della contabilità del proprio conto corrente bancario.

IDS (Intrusion Detection System): Sistema di sicurezza e di monitoraggio che controlla tipologia, località e modalità di accesso a servizi on-line.

IMEI (International Mobile Equipment Identity): Stringa di 15 numeri che identifica ogni cellulare.

La sicurezza informatica

Indirizzo IP: “IP” è acronimo di “Internet Protocol”. Serie di quattro  gruppi o “ottetto” di numeri (separati da tre punti) che rappresentano l’identificativo di un computer collegato a Internet.  Viene assegnato dal provider.  L’indirizzo IP, pur essendo univoco, non è sempre fisso, ma varia ogni volta che ci si riconnette alla Rete; a meno che si disponga di un indirizzo IP fisso, come nel caso di alcuni abbonamenti DSL  o dei collegamenti tramite fibra ottica.  Tutti i siti Web sono raggiungibili anche digitando nel browser il relativo indirizzo IP.




Issuer: In riferimento alle carte di credito, indica l’azienda o la banca che  ha emesso la carta.

Keylogger: Programma installato sul computer, spesso invisibile capace di memorizzare tutti i comandi digitati a tastiera. Di conseguenza è in grado di memorizzare qualsiasi dato personale,

dal testo di una chat al numero  di carta di credito.

Malware: Contrazione delle parole inglesi “malicious” e “software”, ovvero “software nocivo”. Programma creato e distribuito con scopi dannosi, che può assumere la forma di virus, trojan, worm, dialer.  Viene installato sul computer, spesso all’insaputa dell’utente.

Nickname: In origine indicava il soprannome  utilizzato in una chat, adesso il termine è usato come sinonimo di userID o username.

Notebook: Sinonimo di “computer  portatile”, talvolta indicato anche come “laptop”.

Password: parola, anche inventata, che consente l’accesso a un servizio.  È da digitare insieme all’username.

Peer to Peer: Sistema per lo scambio  di file in Rete, che consente a due PC di comunicare direttamente tra loro. Lo potete trovare scritto anche “P2P”.

PIN (Personal Identification number): Codice della carta di credito o del  bancomat, da digitare allo sportello per il prelievo di denaro contante.

SIM (Subscriber Identity Module): Chip  che consente l’identificazioni di un utente in una rete di telefonia mobile. È la scheda del cellulare in cui è memorizzato il numero del proprio  terminale.

SMS (Short Message Service): Sono i messaggini che ci si spedisce via telefono cellulare.

Spoofing: Pratica che consiste nel sostituirsi a un indirizzo IP o a un username  altrui. È un’attività illecita.

Spyware: I programmi spyware sono  applicazioni che, una volta installate nel PC, distribuiscono a siti specializzati in marketing le informazioni sulle abitudini on-line dell’utente.

User ID (Username): Termine che identifica  un utente di un servizio telematico da digitare insieme alla password per poter accedere al servizio.

USIM: Una SIM della telefonia di terza generazione (UMTS)

Videotelefonino: Telefono cellulare che supporta la video-chiamata in cui non solo  si parla ma si vede il proprio interlocutore.

Webmail: Casella di posta elettronica consultabile via Web.

Worm: Genere di malware che, una volta  installatosi nel PC ospite, è in grado di replicarsi e diffondersi ad altri computer collegati a questo. Il sistema più comune di diffusione dei worm è tramite messaggi di posta elettronica inviati via Internet.