Giochi serie Sparatutto: Unreal


Unreal non tradisce le aspettative e si presenta come la migliore esperienza di gioco tra gli sparatutto in prima persona. Un motore grafico spettacolare e una giocabilità esaltante fanno di questo FPS un’occasione da non perdere Epic Games, Atari e Legend firmano il tanto atteso capitolo di uno dei più fortunati giochi per pc di tutti i tempi, Unreal .

Uscito per la prima volta nel 1998, Unreal si era immediatamente imposto come vero antagonista al dominatore assoluto degli shooter in prima persona, Quake III, conquistando una vasta schiera di appassionati.

Il grande successo era dovuto alla potenza del motore grafico, che offriva grande giocabilità, scenari spettacolari e, soprattutto, una trama, ricca di sorprese e colpi di scena. In questi anni sono poi uscite due release dedicate al gioco in rete, Unreal Tournament e UT, con un effetto deflagrante per tutti i netplayer, che hanno invaso la rete con furiosi scontri e mappe di gioco personalizzate.



Adesso finalmente, dopo cinque lunghi anni di attesa, gli sviluppatori hanno finito il loro lavoro e tutto è pronto per nuove esaltanti missioni in single player. La prima cosa che salta agli occhi, accedendo al menu delle opzioni, è la vastità delle impostazioni audio e video disponibili, organizzate in modo da consentire di giocare anche sui pc poco potenti, arrivando a definire anche la velocità dei frame per secondo.

Nonostante ciò, bisogna dire che le richieste di Unreal in termini di potenza del computer sono davvero elevate e senza processore, memoria e scheda grafica all’altezza non si va molto lontano, soprattutto nella velocità di gioco.

La grafica è superba, con un’impressionante quantità e qualità di effetti, come le scie dei proiettili, la pioggia estremamente  realistica e le superfici riflettenti, le esplosioni che fanno sobbalzare e molto altro ancora.

Il livello delle texture poligonali è incredibile e regala un effetto di densità degli scenari quasiUnreal a livello filmografico. Rasentano la perfezione anche i modelli fisici dei personaggi, non sempre però all’ altezza del resto, soprattutto le creature aliene e mutate.

Quello che stupisce maggiormente è l’ampiezza delle ambientazioni, nelle quali sembra non esserci zona della mappa non esplorabile direttamente, con una profondità di campo mai vista prima.

Proprio la vastità e la resa quasi maniacale degli scenari costringono il giocatore a un’installazione su disco di oltre due gigabyte, con ovvie ripercussioni sul tempo di caricamento delle missioni. Una piccola crepa in tanta perfezione è data anche dall’impossibilità di saltare le animazioni filmate che costellano il gioco, con probabili scatti di nervi nel vederle ripetute.

 La storia trova il Nuovo Governo Terrestre

ancora una volta alle prese con gli Skarj, razza aliena evolutissima che sta cercando di recuperare degli strani manufatti sconosciuti, in grado di creare un’arma invincibile. Nei panni di John Dalton, ex tenente dei marines ora destinato a un’astronave corvetta con compiti di esplorazione e difesa, ci si trova a dover combattere su pianeti diversi per cercare di fermare la nuova minaccia.

Unreal sparatuttoCon l’aiuto dei suoi fedeli compagni e grazie al micidiale armamentario a disposizione, si devono sudare sette corazze per prevalere sui diversi nemici, tra i quali nuove razze mutate e ferocissime.



Le armi, da sempre punto di forza di Unreal, sono ancora più potenti e precise, ma bisogna saperle scegliere con attenzione a seconda delle diverse situazioni.

Una delle novità è rappresentata da alcune armi aliene, come un cannone al plasma e un fucile “lancialieni”, disponibili nei livelli più avanzati.

L’atmosfera di tensione e di costante pericolo che avvolge i mondi da affrontare, da inquietanti foreste a gigantesche strutture aliene, è esaltata da una colonna sonora molto efficace, ricca di effetti agghiaccianti e capace a volte di instillare un vero senso di paranoia degli agguati, quando si passa per spazi angusti o non ben visibili. Si può davvero dire che l’attesa dei tanti fan non è stata assolutamente tradita.

“Unreal è un videogioco sparatutto in prima persona sviluppato da Epic Games, e pubblicato da GT Interactive, rilasciato il 22 maggio 1998. È il primo gioco ad utilizzare l’Unreal engine. ”

L’Unreal Engine è un sistema completo di sviluppo e simulazione di ambienti tridimensionali, attualmente composto da:

  • un renderer grafico 3D, Unreal Client, in grado di fornire visuali egocentriche (poste sul robot) ed exocentriche (in terza persona) della simulazione, che può essere utilizzato per esigenze di debug e di sviluppo;
  • un motore per le interazioni fisiche, Karma Engine, che simula la gravità e le interazioni tra gli oggetti;
  • un tool di authoring 3D, Unreal Editor, per la creazione di livelli (mappe)
  • un linguaggio di scripting, Unreal Script, per modificare agevolmente il comportamento del sistema.

Trucchi e codici per Unreal




Digitare i seguenti codici nel menù dove inserite il vostro nome:

  • ALLAMMO Tutte le armi che disponete al massimo di munizioni
  • FLY Per poter volare
  • GHOST Per attraversare i muri
  • WALK Per tornare con i piedi per terra
  • GOD God Mode
  • INVISIBLE Invisibilità
  • PLAYERONLY Ferma il tempo
  • BEHINDVIEW 1 Abilita la visuale 3
  • DBEHINDVIEW 0 Disabilita la visuale 3
  • DFLUSH Migliora la texture
  • KILLPAWNS Elimina i mostri
  • * SUMMON xx Per ricevere l’arma xx. xx è uguale al nome dell’item, arma, ecc. (vedi lista)
  • SLOMO xx Per modificare la velocità del gioco, 1.0 è la velocità normale

richiamabili tramite * SUMMON

eightball (arma)
flakannon (arma)
nali (persona)
skaarjwarrior (mostro)
flashlight (item)
scubagear (item)
health (item)
flare (item)
toxinsuit (item)
superhealth (item)
jumpboots (item)
shieldbelt(item)