Giochi da collezione


 

Se volete   degli splendidi giochi da collezione vi suggeriamo alcuni titoli che non devono mancare.

Soldiers: Heroes della Seconda Guerra Mondiale



Il titolo Codemasters si distingue per il suo singolare stile di gioco, una via di mezzo tra lo strategico d’azione e quello in tempo reale. Soldiers ricorda il recente Panzers per scelta di inquadrature e ricchezza di dettagli della grafica, e la serie Commandos per la giocabilità.

Nel gioco si controlla infatti un manipolo di soldati chiamati a svolgere una serie di missioni impossibili. I nostri eroi possono catturare i mezzi da locomozione e combattimento controllati dai nemici, approvvigionarsi sul campo di carburante e munizioni, nascondersi in un campo di grano, utilizzare fucili di precisione in un ambiente che si rivela sempre completamente interattivo. Soldiers sarebbe stato un ottimo titolo, se solo avesse avuto un livello di difficoltà più “umano”.

L’eccessivo realismo e alto livello di difficoltà delle missioni rendono il gioco un’esperienza spesso frustrante. Solo per i veri appassionati del genere.

Genere: Strategico in tempo reale
Produttore: Codemasters codemasters.com
Lingua: Inglese (comandi in italiano)

Altro gioco della Codemasters di giochi di guida

La Grande Guerra

Gli sviluppatori russi di Lesta Studios propongono uno strategico in tempo reale di stampo classico ambientato durante il primo conflitto mondiale. In ogni missione vi troverete a gioco di strategiaraccogliere risorse (come legname, ferro e oro) da impiegare per assoldare un esercito in grado di distruggere le forze nemiche. Potrete controllare i soldati russi, tedeschi, inglesi, francesi austro-ungarici. La conoscenza della storia da parte degli sviluppatori non deve essere però particolarmente profonda visto che, inspiegabilmente, mancano le truppe italiane. Il punto forte del gioco è l’incredibile cura riposta nella realizzazione delle singole unità. Questo non basta a elevare la qualità del gioco che si rivela noioso e ripetitivo: la giocabilità è priva di originalità e rispetta tutti i luoghi comuni del genere.

Genere: Strategico in tempo reale
Produttore: Bryo (www.bryo.it)
Lingua: Italiano



Alexander

In concomitanza con l’uscita del film di Oliver Stone arriva anche il gioco dedicato a Alessandro Magno. Basato su una mappa stile Risiko, Alexander si rivela uno strategico in tempo reale deludente. Una volta selezionato l’obiettivo sulla mappa inizia la missione. Alla base del sistema di combattimento c’è la scelta della formazione dei soldati, basilare per sconfiggere i nemici. In caso di vittoria aumenterà la morale e il livello di esperienza dei vostri uomini. Inspiegabilmente però non li ritroverete nella missione successiva, nella quale invece vi troverete a capeggiare un gruppo di matricole.

Che senso abbia rendere un reggimento di arcieri dei “veterani”, se alla missione successiva questi non saranno più al vostro servizio, non è ancora dato sapere. Il gioco poi si rivela monotono, perché l’intelligenza artificiale avversaria non offre un livello soddisfacente di sfida e la vittoria premia troppo spesso chi ha a disposizione l’esercito più numeroso. È comunque impressionante vedere diverse migliaia di unità (il gioco gestisce fino a un massimo di 8.000 soldati in contemporanea) lanciarsi le une contro le altre in sanguinose battaglie. Il gioco si salva solo per il prezzo economico.

Genere: Strategico in tempo reale
Produttore: Ubisoft ubisoft.com
Lingua: Italiano

The Legend of Zelda The Minish Cap

Con Zelda non si sbaglia mai e Minish Cap non fa eccezione. Questo nuovo capitolo non introduce innovazioni rivoluzionarie rispetto alle classica giocabilità della serie, ma perfeziona, ripulisce e arricchisce la già collaudatissima formula del gioco di “ruolo d’azione”. La novità principale è costituta dalla possibilità di miniaturizzare il protagonista, Link, riducendolo alle dimensioni di uno gnomo: ciò non solo gli consente di accedere ad aree altrimenti inaccessibili, ma introduce nuove modalità di movimento sulla mappa, e nuovi modi per interagire con gli altri personaggi e il mondo circostante. Stratosferica la grafica per stile, intensità, colori e animazioni: quanto di meglio si sia mai visto su Gameboy Advance. Da avere assolutamente.




Genere: Gioco di ruolo
Produttore: Nintendo/Capcom capcom.com
Distributore: Nintendo

 

GTA San Andreas

San Andreas è la prova di come una formula geniale si possa ancora migliorare. Nel quinto capitolo della saga di GTA si ritrova tutta l’incredibile libertà d’azione presente nelle ultime tre puntate precedenti, a cui ora si aggiungono una miriade di mini-giochi e un gustoso pizzico di “gioco di ruolo”. Lo scopo di fondo è sempre quello di intraprendere una carriera criminale che, questa volta, trae spunto da quella praticata dalle gang afro-americane nei sobborghi di San Francisco degli anni ‘90: guida spericolata su decine di veicoli differenti (tra cui spiccano le moto e le BMX), sparatorie (migliorabile il sistema di puntamento), furti, rapine, graffiti per marcare la propria zona e, soprattutto tre immense città da esplorare e depredare.

Da segnalare la presenza di numerose caratteristiche del personaggio (forza, peso, resistenza e via dicendo), da sviluppare con la pratica opportuna, che incidono sulla meccanica di gioco. Ottima la grafica, sebbene non manchi qualche scatto saltuario. Un gioco vastissimo, vario e originale, ma vietato ai minori.

Genere: Sparatutto/Guida/Avventura
Produttore: Rockstar rockstargames.com
Distributore: Take2

Ghost Recon 2

Rispetto al primo Ghost Recon questo seguito segna un deciso spostamento verso uno stile da sparatutto, con il conseguente sacrificio delle opzioni tattiche di gestione della squadra. La scelta di adottare una visuale in terza persona rende il gioco più immediato e dinamico, ma poco si addice a una simulazione. Con la sua splendida grafica e un livello di tensione costante, il gioco è comunque molto godibile. Non mancano però i difetti. Primo fra tutti l’inconsistenza del sistema di mira sulle lunghe distanze: si inquadra il bersaglio, si spara e, a volte, inspiegabilmente, questo non viene colpito.

Modesta anche l’intelligenza artificiale della squadra che interpreta i comandi impartiti in modo “creativo”. Nonostante queste mancanze, il gioco è avvincente e spinge a proseguire nelle missioni per vedere “cosa verrà dopo”. Da provare.

Genere: Sparatutto tattico
Produttore: Ubisoft/Red Storm
Entertainment redstorm.com
Distributore: Ubisoft