FIFA 16 vs PES 2016


La sfida tra FIFA e Pro Evolution Soccer sembra essere eterna: Electronic Arts Sports e Konami, produttori delle due serie di calcio per eccellenza, continuano a fronteggiarsi ogni anno con nuove versioni che promettono novità e miglioramenti.

Questa concorrenza va a tutto vantaggio degli appassionati di calcio che ogni anno si ritrovano, o almeno dovrebbero, con un prodotto migliore rispetto a quello dell’anno precedente. In realtà, però, la vera contesa tra le due case pare essere un’altra: quella di riuscire a produrre dei videogame che presentino la medesima qualità indipendentemente dalla piattaforma di gioco cui sono destinati.

FIFA è la dimostrazione più evidente di come Eletronic Arts stia al momento perdendo questa sfida. L’edizione PC del gioco non è infatti assolutamente all’altezza di quelle per Xbox 360 e PS3.



Innanzitutto il sistema di controllo basato su mouse e tastiera non è immediato come dovrebbe essere e l’acquisto di un joypad è caldamente consigliato. Inoltre il motore grafico desta più di qualche perplessità: non ha niente a che vedere con quello delle edizioni per le console di nuova generazione.

L’engine offre sì una buona fluidità anche su un computer dotato di una media configurazione hardware, ma per il resto è da dimenticare: i modelli dei giocatori sono “pixellosi”, gli elementi esterni al campo (pubblico, stadio e tabelloni pubblicitari) sono riprodotti con approssimazione e le movenze degli atleti sono quelle viste e straviste nei precedenti episodi della serie. Fatte queste doverose premesse, diciamo subito che il nuovo episodio della serie calcistica di EA Sports si rivela un gioco piuttosto semplice: basta un po’ di allenamento per riuscire a realizzare colpi e tocchi spettacolari.fifa 16 pes 2016 al confronto

Non emergono però con evidenza i 50 nuovi movimenti e le altre novità che dovrebbero essere i punti di forza di FIFA, come la propensione degli attaccanti ad aggredire gli spazi e quella dei difensori a coprire le zone del campo più importanti.

L’unica innovazione apprezzabile (a condizione che si controlli un calciatore dotato di un certo tasso tecnico) è la possibilità di compiere dei dribbling a 360 gradi e non più solo spostando il giocatore nelle consuete otto direzioni. Nel complesso il movimento dei calciatori senza palla è discreto, però, sebbene questi si sforzino di trovare la posizione migliore in campo in base all’evolversi dell’azione, tutta questa fatica si rivela sprecata dato che i passaggi sono poi spesso imprecisi.

FIFA offre come al solito numerose modalità, tra le quali è da segnalare lo stato fisico dei giocatori sulla base di quello delle loro controparti reali, modificando di conseguenza le loro prestazioni durante coppe e campionato.

Completano l’offerta la modalità “Allenatore”, “Stagione” (che semplifica la gestione del campionato eliminando tutti gli aspetti manageriali), “Professionista” (in cui si seguono i progressi di un singolo calciatore dagli esordi fino alla eventuale chiamata in Nazionale) e la corposa sezione multiplayer. Per i limiti insiti nell’aspetto grafico e nelle meccaniche (ai quali va aggiunta la telecronaca) FIFA è certo il prodotto da consigliare a chi è alla ricerca del miglior gioco calcistico per PC.

Molti siti specializzati, tra cui videogame.it ed spaziogames.it, esprimono lo stesso identico giudizio dei due prodotti.

Sito ufficiale Fifa 16



Pro Evolution Soccer 2016