Faq Excel: come utilizzarlo al meglio


Come fare apparire in una tabella una serie di date nella colonna adiacente che corrisponda con il giorno della settimana?

Per convertire una qualsiasi data nel relativo giorno della settimana, non occorre utilizzare formule particolari e complicate: basta agire sul menu Formato. Una volta inserite le date all’interno di un foglio di calcolo, selezionate tutte le celle da “convertire”, quindi andate in Formato/Celle.

Nella finestra che appare, posizionatevi sulla scheda Numero. Automaticamente è selezionata la voce Date: scegliete invece l’ultima opzione, vale a dire “Personalizzato”.



 

Nella casella Tipo, inserite quattro volte la lettera “g”, come mostrato in figura. Se volete che non vengano visualizzati i nomi dei giorni per intero, ma solo “lun”, “mar” e via dicendo, inserite solo tre “g”, ovvero “ggg”. Premendo “OK”, le vostre date verranno convertite nel relativo giorno della settimana.

Se volete che i giorni della settimana appaiano nella colonna adiacente a quella delle date, non dovete far altro che copiare la colonna delle date (per esempio A), incollarla in B, quindi procedere alla conversione del formato.

Come si eliminano e si creano i fogli della cartella di lavoro?

La gestione dei fogli di lavoro è possibile grazie alle linguette che si trovano in basso, a sinistra, nella schermata principale di Excel.

Di default, Excel presenta tre fogli: può accadere che siano troppi (spesso se ne usa solo uno) o troppo pochi. Se volete eliminare un foglio, fate clic con il tasto destro del mouse sulla linguetta che lo contraddistingue: nel menu a scomparsa, poi, scegliete l’opzione Elimina.COLORE LINGUETTA SCHEDA

Se volete aggiungerne uno, invece, fate ancora clic con il tasto destro sulla linguetta prima della quale volete appaia il nuovo foglio e, nel menu contestuale, selezionate la voce Inserisci. Si apre una nuova finestra: nella scheda Generale, fate clic sull’icona “Foglio di lavoro”.



Grazie a questo menu a tendina è anche possibile rinominare i fogli, cambiarne l’ordine o modificare il colore della linguetta.

In breve: Per eliminare o inserire fogli in una cartella di lavoro, basta fare clic con il tasto destro del mouse sulle linguette che si trovano in fondo (a sinistra) della schermata principale di Excel

Come posso visualizzare solo le righe che contengono un determinato valore?

I dati presenti in una tabella di Excel possono essere filtrati, in modo che appaiano a video solamente le righe corrispondenti a un determinato valore di cella.

Facciamo un esempio: in una tabella che contiene i nomi dei fornitori e il tipo di prodotto che offrono, si vuole visualizzare solo quelli che vendono una determinata merce, nascondendo gli altri. Per effettuare questa operazione, in Excel è sufficiente utilizzare i filtri.

Andate in Dati/Filtro/Filtro automatico. Immediatamente, all’interno delle celle che costituiscono le intestazioni, appaiono delle frecce, che permettono di aprire dei menu a tendina.




In questi menu trovate tutti i valori (visualizzati una sola volta, quindi raggruppati) che ci sono nelle colonne. Selezionando una voce, vengono visualizzate solo quelle righe che contengono quel valore: le altre risultano nascoste. Per farle riapparire, basta riaprire il menu a tendina dei filtri, e selezionare il valore “(tutto)”. Grazie a questi filtri, è anche possibile ordinare in modo crescente o decrescente i dati.

In breve: Con i filtri automatici è estremamente facile trovare dei valori all’interno delle tabelle

Come si fa a elevare un numero a potenza, e a calcolare la radice cubica o di ordine superiore?

In Excel, come in altri programmi di Microsoft, non esiste un programma che permetta di inserire in modo semplice e intuitivo le formule, e in particolare gli elevamenti a potenza.

Cosa che, invece, è prevista in OpenOffice. Occorre quindi utilizzare dei palliativi, dei particolari simboli grafici o delle formule ad hoc. In particolare, l’elevamento a potenza si indica con il simbolo “^”, l’accento circonflesso.

Trucchi Excel

Quindi due alla terza si indica con la formula “=2^3”, tre alla terza “=3^3” e via dicendo. Questo equivale a utilizzare la formula POTENZA, la cui sintassi è: “POTENZA(num;potenza)”, dove “num” è la base e “potenza” l’esponente. L’utilizzo della formula è utile se, al posto dei numeri occorre utilizzare dei riforimenti di celle, come nell’esempio mostrato in figura.

Nel caso in cui, invece di un semplice elevamento a potenza, dobbiate calcolare la radice cubica di un valore, basta utilizzare le frazioni, al posto dell’esponente. Per esempio, la radice cubica di 27 si calcola così: “=27^(1/3)”.

In breve: Con la formula POTENZA è possibile utilizzare anche riferimenti di cella, invece che semplici numeri.

Foglio di calcolo Excel