Eliminare le password memorizzate


PASSWORD SENZA MEMORIA

Per ragioni di sicurezza potreste desiderare che non appaia più la finestra di dialogo che richiede la memorizzazione della password quando accedete a delle aree riservate del disco fisso.

Annullando questo parametro impedirete il completamento automatico della digitazione di NOME UTENTE e PASSWORD nei moduli sulle pagine web. Per procedere nella modifica posizionatevi all’interno della cartella CONFIGURAZIONE UTENTE\MODELLI AMMINISTRATIVI\COMPONENTI DI WINDOWS\INTERNET EXPLORER e attivate l’opzione DISATTIVA COMPLETAMENTO AUTOMATICO DEI MODULI.

La sicurezza informatica
Invece, se preferite intervenire in maniera più drastica, ovvero disabilitando in un colpo solo le impostazioni relative a restrizioni, certificazioni, completamento automatico, Wallet e Profile Assistant, vi conviene selezionare il percorso CONFIGURAZIONE UTENTE\MODELLI AMMINISTRATIVI\ COMPONENTI DI WINDOWS\INTERNET EXPLORER\PANNELLO DI CONTROLLO e disattivare la SCHEDA CONTENUTO.



Se invece Avete dimenticato la password per accedere alla posta elettronica o a vecchi file?

Nessun problema: vi spieghiamo come “scassinare” i vostri documenti. Le password sono le chiavi per proteggere i file da sguardi indiscreti o per rendere privato e personale l’accesso a un servizio on-line.

Che siano numeriche, alfabetiche, ispirate ai vostri interessi personali o ad analogie con i documenti protetti, l’importante è che non siano troppo facili da indovinare e, soprattutto, siano difficili da dimenticare! Per gli smemorati la soluzione esiste: può essere semplice ma, nei casi più disperati, non a buon mercato. Diamo un’occhiata ai vari programmi che possono aiutarci a recuperare le password, esplorando il mondo del software gratuito e a pagamento.

Cosa si nasconde sotto gli asterischi?

Utilizzando tutti i giorni le funzioni di completamento automatico di nome utente e password in Windows, Internet Explorer e altri browser, può capitare di dimenticarsi le parole d’ordine nascoste sotto gli asterischi.

In questi casi le password non sono difficili da recuperare, poiché gli asterischi sono spesso solo una maschera in grado di assicurare il livello minimo di riservatezza e proteggere l’utente da sguardi indiscreti.

La soluzione di questi problemi, quindi, è piuttosto semplice, basta installare sul computer un programma in grado di farci leggere cosa c’è “sotto” agli asterischi di Windows, smascherando così i caratteri che nascondono: Passware Asterisk Key è molto semplice da utilizzare e distribuito a titolo gratuito.

Sfortunatamente è disponibile solo in lingua inglese, tuttavia i comandi elementari lo rendono facile da utilizzare, per tutti. Lo potete scaricare dal sito Web www.lostpassword.com/asterisk.htm (all’interno della pagina il link per seguire la procedura è “Download”, lo trovate nella parte alta).

Avviate Asterisk Key, quindi aprite il programma o la pagina Web contenente la parola d’ordine criptata e fate in modo che essa sia visibile sullo schermo. Ora premete il pulsante Recover.



Asterisk Key cercherà tra le applicazioni attive un qualunque campo coperto da asterischi e ne mostrerà il contenuto decriptato (la password sarà evidenziata in neretto).

Rende visibili le password memorizzate

Password non memorizzata

Durante la navigazione Internet viene richiesta la password,  se si spunta la casella “salva password”, alla successiva connessione il problema si ripresenta…

Vediamo come risolvere il problema

Puoi provare a disinstallare e reinstallare l’Accesso Remoto. Tieni presente però che la procedura può comportare la perdita delle impostazioni per la connessione a Internet: prima di eseguire la procedura riportata, accertati di avere i dati necessari a riconfigurarle, come, per esempio, il tuo nome utente e la parola chiave.
Per disinstallare e reinstallare l’Accesso Remoto basta portarsi nel Pannello di Controllo di Windows e selezionare la voce “Installazione Applicazioni/Installazione di Windows”.

Si aprirà una finestra; nella stessa, seleziona la voce “Comunicazioni” e fai doppio clic: nella nuova finestra che apparirà spunta le voci “Accesso Remoto” e “Server di Accesso Remoto”.

In caso fossero già selezionate, deselezionale e riavvia il sistema. Dopo che il sistema si sarà riavviato ripeti la procedura, mettendo però il segno di spunta a fianco delle voci sopra indicate e riavvia nuovamente la macchina.




Troverai l’opzione “Salva Password” attiva.
Se questa operazione non dovesse dare i risultati sperati, assicurati che il Client per Reti Microsoft sia correttamente installato.

Per verificarlo, accedi al “Pannello di Controllo” e da qui attiva il programma di gestione della Rete. Nella finestra che si aprirà potrai vedere l’elenco delle componenti installate.

Nel caso in cui il Client per Reti Microsoft non compaia nell’elenco, aggiungilo per mezzo del pulsante “Aggiungi” che puoi trovare sotto l’elenco stesso.

Una volta premuto il pulsante, si aprirà una finestra che ti richiederà di specificare la componente da installare. Nell’elenco di questa nuova finestra vedrai un elemento denominato “Client”. Selezionalo e premi il nuovo pulsante “Aggiungi” presente su questa seconda finestra. Si aprirà, dopo qualche istante, una nuova (terza) finestra con due elenchi.

In quello di sinistra seleziona Microsoft.

Fatto ciò, in quello di destra compariranno le componenti Microsoft installabili.
Seleziona “Client per Reti Microsoft” e premi il pulsante “OK” in basso. Chiudi tutte le finestre che sono state aperte. Attenzione, è probabile che ti venga richiesto di riavviare Windows; provvedi, quindi, a chiudere tutti i documenti aperti prima di effettuare questa operazione per evitare inutili perdite di dati.