Dreamweaver editor HTML


adobe-dreamweaver

Uno dei motivi validi per usare un editor HTML come Dreamweaver MX, è la sua capacità di accelerare la produzione delle pagine  web. Le funzionalità che lo contraddistinguono vi potranno agevolare anche in quei compiti che altrimenti avrebbero richiesto conoscenze più professionali.

Se per esempio dovete creare un link ipertestuale che apra una finestra popup, ossia una finestra contenente un altro file HTML, con dimensioni e attribuiti definiti dal programmatore, dovreste  conoscere il linguaggio Javascript.



Ecco invece come sfruttare i cosiddetti COMPORTAMENTI di Dreamweaver.

 Una volta definito il collegamento ipertestuale al quale volete associare l’apertura della finestra di pop-up, selezionatelo e fate clic su   FINESTRA/ COMPORTAMENTI ; si aprirà il gruppo di pannelli chiamato PROGETTAZIONE.

Selezionate la scheda COMPORTAMENTI e fate clic sulla prima icona di sinistra, su cui è raffigurato il segno “+”. Nel menu che appare scegliete APRI FINESTRA BROWSER; la finestra di dialogo che appare vi permette di specificare con precisione l’aspetto finale che dovrà avere la finestra di  popup.

Editor HTML – Programma simile alternativa Frontpage

Nel caso non venga specificato alcun  attributo, la nuova finestra si aprirà prendendo dimensioni e attributi della finestra dalla quale è stata generata; se  invece fissate anche solo uno dei parametri presenti, gli altri verranno considerati disabilitati.

Esiste un’unica voce che dovrete inserire: è quella relativa  all’indirizzo della pagina che dovrà essere visualizzata all’interno della finestra  di pop-up, e che dovrà essere digitata nel campo URL DA VISUALIZZARE.

Una volta definiti gli ulteriori parametri della finestra di pop-up, relativi alle sue dimensioni, alla presenza o meno della barra dei menu o delle barre di scorrimento laterali e orizzontali, fate clic su OK per confermare.



Che comportamento

Un’altra opzione utile relativa ai COMPORTAMENTI di Dreamweaver è la possibilità di reindirizzare i visitatori di un  sito a pagine sviluppate per browser specifici: a seconda del programma di navigazione usato, avrete la possibilità  che gli utenti usufruiscano appieno delle sue funzionalità.

Infatti, le vecchie versioni  di Netscape e IE non aderiscono del tutto alle specifiche dell’organismo preposto a definire gli standard del web, il W3C, ma arricchiscono i propri prodotti con funzionalità proprietarie, non consentendo  quindi la produzione di codice uniformato.

Inoltre alcune tecnologie, come Javascript o il supporto ai fogli di  stile, sono supportati in maniera limitata dalle vecchie versioni dei browser. Risulta quindi necessario, per permettere  la fruizione dei contenuti dei siti web, lo sviluppo di siti “ad hoc”, che sfruttino tali potenzialità.

Dopo avere  selezionato un oggetto, fate clic sul percorso FINESTRA/COMPORTAMENTI, selezionate  il pulsante con il segno “+”, quindi scegliete CONTROLLA BROWSER nel menu a comparsa (figura 2).

Ora potete scegliere tra le opzioni relative al produttore e/o alla versione del browser stesso. Questo significa che se volete sviluppare pagine per Internet Explorer (o Netscape) potrete semplicemente scegliere la versione nella casella di controllo, determinando il comportamento da tenersi: rimanere nella pagina corrente o andare a un diverso indirizzo, anteponendo il prefisso http:// all’indirizzo.

Poi determinate il comportamento da  tenersi nel caso in cui l’utente del vostro sito utilizzi un browser diverso da quelli  più diffusi, come potrebbe essere Opera, o i browser specifici per gli utenti non normodotati




editor HTML – Macromedia Contribute