Dichiarazione dei redditi compilare il 730


contribuente modello 730

Ci si collega ad Internet facilmente le istruzioni sono chiare, è tutto alla portata di un normale cittadino che di tasse e fisco capisce quanto basta per farsi fare la dichiarazione dei redditi da un commercialista. E non si spende nulla. Da non crederci! Sembra quasi che non si abbia a che fare con lo stesso Stato che fino a qualche anno fa brillava per modelli di pagamento ostici, istruzioni chiare come un’iscrizione etrusca, software “cariati” e siti “rugginosi”. Eppure oggi occuparsi personalmente della propria dichiarazione dei redditi è più semplice di quando possa sembrare. E senza ricorrere a consulenti on-line più o meno interessati, software a pagamento o professionisti.



Nel mondo della “dichiarazione fai da te” comincia nel sito dell’Agenzia delle Entrate. Ma prima di parlarne è bene fare un po’ di chiarezza sul concetto di Agenzia. Un tempo il Ministero delle Finanze svolgeva direttamente tutte le attività  tecniche e operative di carattere fiscale, ma dopo la recente riforma delle amministrazioni dello Stato questi compiti sono passati a organismi di gestione chiamati  Agenzie.

Oggi ne esistono quattro prettamente fiscali: Dogane, Territorio, Demanio ed Entrate. Quella che interessa al pagamento delle tasse in Rete è proprio l’Agenzia delle Entrate. Risponde all’indirizzo agenziaentrate.it  e occupa della gestione, dell’ accertamento e della riscossione dei tributi (quello che prima faceva il Dipartimento delle Entrate del Ministero).

Uno dei suoi scopi istituzionali è quello di “semplificare i  rapporti con i contribuenti e facilitare i servizi di assistenza e informazione”. Sono un po’ gli obiettivi di  tutti i siti della pubblica amministrazione, anche dei più fumosi e dissestati, ma in questo caso i dipendenti dell’Agenzia delle Entrate sembrano essere riusciti a creare pagine chiare e ben organizzate.  Sul sito c’è tutto quello che serve per addottrinarsi sulle scadenze e sugli adempimenti fiscali: la navigazione scorre veloce, tra sezioni informative e  pratiche che vanno da un’ottima guida delle scadenze a un dizionario  pratico in formato PDF con oltre settanta pagine di termini fiscali.

Sborsare soldi per le tasse non è certo divertente. Ma riuscire  a farsi da soli la dichiarazione dei redditi senza commettere errori e  senza spendere un euro in consulenti e software, oltre a rappresentare un risparmio, diventa in qualche  modo un piacere. Ecco come fare:

I modelli che puoi compilare online sono:

Modelli di dichiarazione
730, 770, Cnm, Cud, Cupe, Iva, Irap, Successione, Unico, ecc.

Modelli di comunicazione
Comunicazione annuale dati Iva, comunicazioni da parte di enti e operatori intracomunitari, ecc.



Modelli di registrazione

Modello Siria (cedolare secca), modello Iris, modello 69, modello Cdc, ecc.

Modelli di versamento
F23, F24, contributo unificato, bollettini postali, ecc.

Modelli per domande/istanze
Agevolazioni, rimborsi, regimi opzionali, iscrizione 5 per mille, ecc.


Per preparare una dichiarazione dei redditi con il modello Unico o 730 una delle prime fasi è scaricare i file pdf dal sito, in maniera da iniziare la compilazioneo eseguire il software rispondendo alle domande del programma (hai redditi da fabbricati, che tipo di lavoro fai, hai avuto spese mediche, passi gli alimenti all’ex-moglie, hai assicurazioni sulla vita?) si  aprono soltanto i quadri che bisogna effettivamente compilare. Per ogni dubbio si può aprire un documento in formato  PDF con le istruzioni.




Il programma, a prova di analfabeta fiscale, rileva tutte le incongruenze e consiglia come correggerle. Non permette di passare da un quadro  all’altro se gli errori non sono stati risolti e, se vengono introdotti valori nuovi nei quadri successivi, rimanda  automaticamente ai precedenti.

Una volta completata la dichiarazione, se si ha installato anche il programma per i versamenti con il modello F24 lo si può far compilare  automaticamente dal programma, digitando l’apposita voce del menu. A questo punto si può stampare tutto su carta e presentare la dichiarazione e il modello F24 con i consueti sistemi.  Oppure, già che ci siete, si può inviare direttamente da web la dichiarazione che è stata preparata.

Documentazione necessaria per la compilazione del  modello  730

  • Dati anagrafici;

  • Codice fiscale (anche dei familiari);

  • Dichiarazione dell’anno precedente;

  • Dati catastali di terreni e fabbricati posseduti;

  • Certificazione dei redditi di lavoro dipendente e assimilato, di collaborazione, di lavoro autonomo occasionale, di capitale ecc.; ed eventuale certificazione di ritenute d’acconto;

  • Scontrini e fatture relative a spese detraibili e deducibili – spese mediche, interessi passivi, spese funebri, veterinarie, assicurazioni vita e infortuni, contributi volontari, contributi previdenziali obbligatori, contributi per addetti domestici, spese relative ad intervento di recupero del patrimonio edilizio, erogazioni liberali a partiti politici, a istituzioni religiose, a Onlus, spese per contributi e premi versati alle forme pensionistiche complementari ed individuali, contributi versati al fondo integrativo del Servizio Sanitario Nazionale, contributi versati facoltativamente alla gestione delle forme pensionistiche obbligatorie di appartenenza ed al fondo casalinghe, ecc.
    Attestati di versamento eseguiti direttamente nell’anno (mod. F24).

    Guida alla dichiarazione dei redditi