Data e ora sul Pannello di controllo


Il vostro sistema operativo è un orologio che non ha nulla da invidiare ai cronometri svizzeri. Non ci credete? E allora com’è possibile che anche quest’anno si sia ricordato dell’ora legale, che sappia riconoscere gli anni bisestili e verificare con esattezza che giorno della settimana era il 30 aprile 2016?

Aprite il Pannello di controllo dal menu Start e fate doppio clic sull’icona “Data e ora”. Si aprirà una finestra che risulterà sicuramente familiare, perché è la stessa che si presenta quando fate doppio clic sull’orologio che compare nella barra delle applicazioni, in basso a destra.



Avete mai pensato che si può personalizzare anche questo servizio?

Cominciamo col regolare la data: il calendario comincia il 1° gennaio 1980 e termina il 31 dicembre 2099. Potete consultarlo per conoscere date del passato o del futuro, ma prestate attenzione a non effettuare modifiche: cambiando il giorno sul calendario, il computer (almeno per un certo lasso di tempo, come vedremo più avanti) si adeguerà alla nuova data e di conseguenza spedirà i messaggi di posta elettronica retrodatati o postdatati e salverà i file con una data sbagliata. Da questa finestra potete anche regolare l’ora manualmente: valgono, com’è naturale, le considerazioni appena fatte per la data.Cambiare la data di scadenza di un programma trial

La finestra “Fuso orario” è altrettanto importante. Non solo potete adeguare con un solo clic l’ora del vostro computer portatile mentre siete in viaggio, ma avete a disposizione un modo comodo per conoscere le differenze di fuso orario in tutto il mondo. Come sapete, per regolamentare i problemi dell’ora tra le diverse nazioni, è stato convenzionalmente assunto come punto unico di riferimento l’orario del meridiano zero, ossia il meridiano di Greenwich (GMT = Greenwich Mean Time). L’Italia è geograficamente un fuso orario a Est rispetto a Greenwich, quindi la nostra ora si dice “GMT+1”. Togliendo un’unità all’ora locale otteniamo l’orario del fuso di Greenwich (se è in vigore l’ora legale, le ore diventeranno due). Quindi se qui sono le 17, a Greenwich saranno le 16. Che ora sarà dunque a Kabul, che è “GMT+4,30”? Avrete anche notato che in questa finestra c’è la casella “Passa automaticamente all’ora legale”. In genere conviene tenere il segno di spunta al suo fianco, ma in alcuni casi particolari, per esempio quando occorre effettuare la sincronizzazione di diversi dispositivi come i computer palmari o i portatili, può essere utile toglierlo.

L’ultima scheda si chiama “Ora Internet”. Come dice il nome stesso, si tratta di un sistema di sincronizzazione introdotto in Windows che permette di allineare l’ora del PC con quella di alcuni “Time server” sempre attivi sulla Rete. Questa opzione è attivabile solo se il computer non è all’interno di una rete locale in cui la sincronizzazione è affidata allo stesso server (è il tipico caso delle aziende, dove è importante che tutti i computer segnino la stessa ora per i backup e altre operazioni convenzionali). Se il vostro computer è connesso a Internet e non è soggetto a controlli, mettete il segno di spunta a fianco della voce “Sincronizzazione automatica con server di riferimento ora”. Se fate clic sul pulsante “Aggiorna”, l’orologio verrà aggiornato automaticamente. Come potete vedere, sono presenti solo due server: “time.windows.com” e “time.nist.gov”. Con un trucco se ne possono aggiungere altri e migliorare la funzione di aggiornamento automatico. Aprite il Registro di sistema facendo clic su Start/Esegui. Scrivete “Regedit” (senza virgolette) e fate clic su “OK”. È utile ricordare che non bisogna mettere mano al registro di configurazione se non si è assolutamente certi di quel che si sta facendo.

Cercate la chiave HKEY_LOCAL_MACHINE/SOFTWARE/Microsoft/ Windows/CurrentVersion/DateTime/Servers.

Ricordiamo che tale modifica si applica su Windows Xp

Fate clic con il tasto destro del mouse in una qualsiasi area bianca della finestra, scegliete Nuovo/Valore stringa e chiamatelo “3” (senza virgolette: scrivete il solo numero e premete Invio). Fate un doppio clic sulla chiave appena creata. Nel settore “Dati valore” scrivete il nome di un server alternativo: ne troverete molti facendo una ricerca su Internet per “Time server”, comunque alcuni indirizzi sono: “clock.isc.org”, “ntp1.mainecoon.com”, “ntp2. mainecoon.com” e “cs.wisc. edu”. Fate clic su “OK” e, se desiderate, proseguite aggiungendone altri, avendo cura di mantenere una numerazione progressiva crescente. Chiudete infine il Registro di sistema e tornate alla finestra “Data e ora”. Vedrete che la scelta dei Time server si sarà ampliata. L’ultima modifica che si può effettuare riguarda l’intervallo di sincronizzazione. Normalmente è di 7 giorni, ciò significa che il vostro orologio viene aggiornato automaticamente una sola volta a settimana. Se desiderate una maggiore precisione, potete incrementare la frequenza effettuando una ulteriore modifica nel Registro di sistema.



Individuate la chiave HKEY_LOCAL_MACHINE/SYSTEM/CurrentControlSet/ Services/W32Time/TimeProviders/NtpClient. Fate un doppio clic su “SpecialPollInterval” e cambiate la base in decimali. Il numero che vedete nella finestra indica i secondi che passano tra un aggiornamento e l’altro.

Il valore di default (cioè il valore reimpostato, di 7 giorni) è 604800. Il valore di un giorno è 86400. A voi il conto delle ore e dei minuti che volete lasciar passare; al termine ricordate di chiudere il Registro di sistema: non c’è bisogno di riavviare il PC perché la modifica abbia effetto.