Creare una macchina virtuale con Windows Virtual PC


Creare un macchina Virtuale

E’ un programma virtualizzazione per Microsoft Windows. La nuova versione, Windows Virtual PC, non funziona sulle versioni di Windows precedenti a Windows 7 , non di può ufficialmente eseguire su ambiente MS-DOS. Virtual PC virtualizza uno stndard PC e il suo hardware associato. Supportati i sistemi operativi Windows può essere eseguito all’interno di Virtual PC. Altri sistemi operativi come Linux

MACCHINE VIRTUALI
L’applicativo si basa sul sistema delle macchine virtuali, ovvero mediante la procedura guidata si definisce una configurazione  che rappresenta un pc “fittizio”, determinando via software la quantità di RAM e di spazio su disco dedicato a questo computer, che costituiranno  la memoria e l’hard disk gestibile dai sistemi operativi che si installeranno in questo ambito.



La configurazione  prevede inoltre la possibilità di attivare connessioni di rete, cartelle condivise, stampanti e unità ottiche. Se il sistema operativo che ospita Virtual  PC 5 deve essere Windows, quello contenuto  nel pc virtuale può essere DOS, Windows 3.x, 95, 98, ME, NT, 2000, XP e .Net Server, Linux, BSD, Netware, Solaris e OS/2, ciascuno caratterizzato da una configurazione differente e  ottimale. Al termine del wizard si può avviare dall’elenco mantenuto nella semplice ed essenziale interfaccia di Virtual PC la macchina virtuale

associata al sistema operativo ospite che si è  installato. A questo punto, viene eseguito un ambiente del tutto simile a quello visualizzato all’accensione dei pc tradizionali, perciò è mostrato il BIOS che conteggia la RAM disponibile, rileva  le risorse presenti e tenta l’avvio dal disco fisso, dal floppy disk o dall’unità ottica.

 

In finestra, quindi, si può utilizzare un computer a tutti gli effetti, anzi molteplici sistemi, poiché possono essere  avviati anche più istanze contemporaneamente, ovviamente con prestazioni ed efficienza crescenti in base alle  potenzialità offerte dall’hardware reale presente nel pc. In questo modo si può operare con diversi sistemi   operativi senza formattare ogni volta il disco fisso e utilizzando così anche le applicazioni  meno recenti che non godono del supporto, per esempio, di Windows XP, oppure gli sviluppatori, i  tecnici IT e gli amministratori di rete possono provare e testare  soluzioni su piattaforme differenti utilizzando  un solo pc.

PIÙ VELOCE



Tra le novità che caratterizzano la versione 5 di Virtual PC figurano  un più efficiente uso del processore di sistema e delle risorse hardware, al fine di offrire maggiori prestazioni complessive, la possibilità di proteggere l’accesso e l’avvio alle macchine virtuali mediante  password, l’opportunità di cambiare in tempo reale ambiente di lavoro passando da una finestra all’altra anche  ingrandendola a tutto schermo, e quindi di fatto sostituendola al sistema operativo installato nel pc. Sfruttando VNC inoltre si possono realizzare reti private virtuali sullo stesso pc, controllando  in remoto sistemi operativi differenti. In virtù delle buone doti dimostrate durante la prova, Virtual PC 5 si propone come uno dei software più affidabili  disponibili, soprattutto per l’elevata capacità di gestione di Linux. Sono state installate le più diffuse distribuzioni senza problemi di sorta. Ovviamente le prestazioni  complessive dipendono dalla  configurazione del pc: un’elevata quantità di RAM, di spazio su disco fisso e una  CPU potente sono ovviamente gli ingredienti fondamentali per utilizzare al  meglio il software.

Virtual PC  si può installare nei seguenti sistemi operativi:

  • Windows 7 (32-bit e 64-bit Windows 7 Ultimate, Enterprise, Business editions e European Business N solamente ma non Windows 7 Starter).
  • Windows Vista (32-bit e 64-bit Windows Vista Ultimate, Enterprise, Business editions e European Business N solamente ma non Windows Vista Starter, o European Vista Home N editions).
  • Windows XP Professional, Tablet PC Edition (32-bit) e Windows XP Professional x64 Edition.
  • Windows Server 2008 (da Virtual PC 2007 SP1 in avanti)
  • Windows Server 2003
  • Windows 2000 Professional e Server
  • Windows 98 Second Edition (SE)
  • Alcune edizioni di IBM OS/2
Il supporto per Windows 95,  Windows Me, Windows NT 4.0 Workstation e MS-DOS 6.22 come sistemi guest non sono più sopportati.
Installando Microsoft Virtual PC su un computer avente Windows 7 e Windows XP Mode non sarà più possibile installare software usando la compatibilità (esegui in modalità compatibilità per) Windows XP. Altri sistemi operativi come Linux può funzionare, ma non sono ufficialmente supportati, e Microsoft non fornisce i driver necessari (chiamato “Virtual Machine Additions”) per Linux.

SITO WEB:

  1. per MAC
  2. per Windows