Corel Wordperfect Office


Un paragone fra la suite di Corel e quella, più diffusa, prodotta da Microsoft è inevitabile e il ruolo di inseguitore di Wordperfect Office appare chiaro sin dall’inizio: il mercato obbliga alla compatibilità con i documenti realizzati in Microsoft Office e l’impegno di Corel in questa direzione è evidente. Per quanto riguarda i database di Access, per i quali l’operazione è particolarmente complessa, la soluzione è stata trovata solamente “a prezzo” della presenza del citato programma sulla macchina che deve gestire l’importazione dei dati. Paradox, inoltre, è presente solo nella versione Professional di Wordperfect Office, così come accade per il database Microsoft. Aspetto classico Per non perdere terreno, Corel ha pensato a chi già utilizza Wordperfect e non è disposto a cambiare le proprie abitudini. Per questo offre nell’ applicazione di videoscrittura una modalità “classic” che trasforma l’interfaccia in quella di Wordperfect (solo i menu, nessuna barra di strumenti, scorciatoie da tastiera della versione e fondo blu con testo in grigio).



In alternativa, il programma riesce a “trasformarsi” in un’applicazione molto simile a Word, replicandone i menu e le barre degli strumenti. I documenti, ovviamente, possono essere importati ed esportati nel formato Microsoft, mantenendo la maggior parte delle impostazioni.
Come elaboratore testi di ultima generazione, Wordperfect dispone di un notevole insieme di funzionalità, che spaziano dalla produzione di documenti per uso aziendale a file in formato XML, per i quali dispone di numerose funzionalità specifiche, e SGML per l’impiego all’interno di sistemi per la gestione di documentazione tecnica. Una simile impostazione è giustificata dal target del prodotto, vale a dire la media o la grande impresa, che non trova in MS Office ancora tutti i requisiti e la familiarità necessari per decidere il cambio di suite. Dal punto di vista operativo sono presenti tutti i normali strumenti per creare documenti formattati di elevata qualità, con una disposizione familiare per gli utenti Windows e l’impiego di icone facilmente interpretabili. Quando si interviene con uno strumento di formattazione, l’applicazione mostra spesso un’anteprima in tempo reale prima che venga confermata la scelta. Se, per esempio, si vuole cambiare allineamento, si seleziona l’icona corrispondente e basta spostarsi su una delle cinque possibilità proposte per vedere immediatamente il risultato; solo quando si fa clic la modifica diventa permanente. Lo stesso accade per il cambiamento di font o di dimensioni.

Le tabelle, le colonne e le caselle di testo sono accessibili direttamente dalla barra degli strumenti dispongono di un buon numero di opzioni per la loro formattazione. Per aumentare ulteriormente la produttività c’è PerfectExpert, un sistema che combina automatismi, guide e aiuti in un unico pannello, posizionato sul lato sinistro dell’interfaccia; in base all’ oggetto selezionato o alla posizione del cursore, il contenuto di PerfectExpert si modifica per offrire delle attività e delle opzioni legate al contesto.
I modelli con autocomposizioni completano, infine, il quadro delle funzionalità di supporto alla reazione dei documenti. Tornando agli aspetti specifici per la creazione di documenti aziendali complessi, Wordperfect dispone di una serie di funzioni per la strutturazione dei contenuti attraverso l’inserimento di riferimenti e codici grazie ai quali è anche possibile visualizzare la “mappa” del documento. Attraverso REVEAL CODES, invece, è possibile aprire una finestra che mostra tutti i codici, i comandi e i controlli all’interno del testo in modo chiaro e leggibile (portando il cursore sulla casella di un codice, si riesce a visualizzare un aiuto con la spiegazione dell’eventuale abbreviazione Per le revisioni, sono disponibili il confronto fra documenti e la storia delle revisioni, mentre la ROUTING SLIP permette di utilizzare Outlook per mandare a una sequenza personalizzata di destinatari un documento da revisionare.Ogni volta che uno dei destinatari effettua la sua revisione, la ROUTING SLIP inserita nel messaggio determina l’invio al destinatario successivo fino al termine dell’elenco. L’esportazione, invece, è possibile in PDF (compatibile Acrobat 3, 4 e 5), in HTML e in XML con varie opzioni di personalizzazione e compressione.


Le possibilità offerte da questo foglio elettronico sono in linea con le esigenze di un utente medio: fogli multipli in un unico documento, grafici, automatismi per la formattazione, controllo dell’aspetto di testo, valori e sfondi, linguaggio per la definizione di macro e una serie di modelli da cui partire.
Lo spazio di lavoro può essere impostato secondo lo stile rinnovato di questa versione di Quattro Pro, oppure si può tornare alla 7.0, mentre chi arriva da altri fogli elettronici può ridurre la curva di apprendimento selezionando l’interfaccia di Lotus 1-2-3 o Microsoft Excel.

Anche in questa applicazione il PerfectExpert offre un aiuto costante e alcuni automatismi, mentre Corel-  Tutor è un documento in formato help di Windows che contiene ulteriori suggerimenti e una guida ai primi passi con l’applicazione. Il supporto delle macro e di VisualBasic  per la creazione di automatismi è a disposizione degli utenti più esperti, mentre aziende come KMT Software offrono delle soluzioni già pronte per gestire anche situazioni complesse.

Quattro Pro supporta l’esportazione  in HTML e XML per l’impiego dei documenti in una intranet. Già Powerpoint è utilizzato da alcuni  utenti come se fosse un’applicazione per disegnare, ma Corel ha previsto direttamente una modalità di disegno che interagisce positivamente con gli strumenti normalmente a disposizione per realizzare slide. Presentations è quindi un’applicazione con due facce, che può essere utilizzata sia per la realizzazione di grafica vettoriale e bitmap da inserire nei documenti della suite, sia come applicazione per la creazione di slide show e presentazioni. Nei file di aiuto sono fornite tutte le indicazioni necessarie per passare da Powerpoint a Presentations e l’applicazione offre un insieme di funzionalità che permette al programmi di battersi ad armi pari con il concorrente su quasi tutti i fronti. Numerosi modelli e strumenti specifici  rendono Presentations molto produttivo e il risultato finale può essere esportato, salvato o stampato in numerosi  formati. Supportati il PDF, l’HTMLe le presentazioni eseguibili indipendentemente dall’ applicazione (portable  slideshow).