Programmi di grafica corel draw 11


Corel Draw

corel draw 11Circa 250 MB di spazio su disco per l’installazione tipica e ben 4 CD-ROM aggiuntivi zeppi di caratteri, clip art, oggetti, esempi, modelli, immagini e oggetti fotografici nella migliore tradizione Corel.

La manualistica, interamente a colori e in italiano è composta da due volumi brossurati con la documentazione completa di Corel Draw 11 più R.A.V.E 2 e Photo-Paint 11, mentre tutto il materiale grafico aggiuntivo è riprodotto su un terzo volume con rilegatura a spirale (ideale per un uso intenso e frequente).

Tre schede (una per applicazione ) a colori da quattro facciate ciascuna contengono i riferimenti rapidi alle icone, ai menu e alle funzioni con elenco di tutte le utili scorciatoie da tastiera.



In elettronico Corel installa sia l’help nel formato standard di Windows, sia il Tutor in HTML per eseguire le esercitazioni guidate.
Gli altri accessori software sono l’autocomposizione per la stampa fronte e retro, il Font Navigator di Bitstream, Corel Capture 11 e Corel Trace 11. Quando un elemento grafico è selezionato, il tasto destro visualizza un menu contestuale con le opzioni disponibili.

Nel complesso, basta aver lavorato con un altro applicativo Adobe (e, fra tutti, specialmente con Photoshop) per trovarsi rapidamente a proprio agio; in questo Adobe ha fatto un notevole sforzo di standardizzazione, tanto apprezzabile quanto riuscito. La struttura di questa interfaccia è stata oggetto di numerosi cambiamenti e nel corso delle diverse versioni sono stati apportati interventi suggeriti principalmente dall’esperienza degli utenti.

Il risultato attuale è graficamente molto ricco (ci sono icone e informazioni un po’ ovunque) ed è necessario dedicare del tempo alla scoperta di tutte le varie funzionalità sfruttando anche il pop up di aiuto che appare soffermandosi con il mouse su ciascuna icona.

Sulla sinistra si trova la barra degli strumenti, in alto, sotto i menu e la barra standard, appare una barra dedicata alle opzioni dello strumento attivo o dell’oggetto selezionato.

Sulla destra si trova un’area dedicata ai pannelli, che possono essere agganciati all’interfaccia o fluttuanti. Nel primo caso occupano l’intera colonna verticale e sono sovrapposti fra loro (un solo pannello visibile alla volta). Una icona sull’angolo in alto a sinistra permette di nascondere il pannello con un solo clic per massimizzare lo spazio disponibile per lavorare.

Se si trascina una delle schede o l’intero pannello sull’area di lavoro, questo si sgancia e diventa fluttuante.

In questa modalità, tutti i pannelli possono essere spostati sul desktop e con un doppio clic sulla loro barra del titolo vengono immediatamente riportati nell’area prevista dell’interfaccia.

Nella parte inferiore si trova la barra delle informazioni che offre suggerimenti sull’uso dello strumento selezionato e visualizza le coodinate del punto in cui si trova il cursore assieme ai dati caratteristici dell’oggetto (colore, bordo, dimensioni e altro ancora).



Ogni disposizione personalizzata di pannelli e strumenti può essere salvata e Corel fornisce anche un’area di lavoro ispirata a Illustrator.

Nel complesso, l’iniziale apparente sovrabbondanza di elementi si rivela con il tempo in tutta la sua razionalità, con numerose “raffinatezze” che rendono Corel Draw 11 un vero strumento di lavoro di alto livello, in cui la produttività è sempre al primo posto. Il prezzo da pagare per tutti questi vantaggi è una curva di apprendimento un po’ ripida.

“Strumenti professionali per l’illustrazione vettoriale, il layout di pagina, il fotoritocco e la tracciatura bitmap”