Configurare una videoconferenza Netmeeting


Al contrario delle tre proverbiali scimmiette che “non vedono, non sentono e non parlano”, la videoconferenza permette di stabilire un contatto audio e video con interlocutori in tutto il mondo.

La prima considerazione da fare, quando si parla di videoconferenza, è: “non credete alla pubblicità”. L’aumento di velocità delle connessioni a Internet ha migliorato la possibilità di stabilire una comunicazione audio e video tra due computer distanti, ma le immagini a schermo pieno, fluide e luminose, che vi mostrano nei minimi dettagli l’interlocutore, sono una promessa che forse solo le tecnologie del futuro riusciranno a soddisfare.

Chi si accinge a provare la tecnica della videoconferenza armato della dotazione standard, cioè un PC multimediale con Web cam, altoparlanti e microfono, deve aspettarsi risultati molto meno clamorosi.



Ciò non significa che la videoconferenza non funzioni e non sia divertente.

Come le chat, richiede un po’ di tempo per impratichirsi e per scoprire un “luogo virtuale” dove incontrare persone simpatiche. Non possiamo tacere che le stanze delle videoconferenze sono frequentemente di orientamento erotico: quindi è bene avvicinarsi con la dovuta cautela, mantenendo uno stretto riserbo sui dati personali e controllando da vicino l’attività dei bambini.

Quello che vi serve Fatte le debite premesse, chi vuole scoprire il mondo delle videoconferenza o videochat dovrà, prima di tutto, acquistare una Web cam.

Si trovano in vendita ormai modelli di base il cui costo non supera i 30,00 euro. La differenza con gli apparecchi più costosi è in genere legata ai valori della risoluzione: mentre i modelli più semplici lavorano a 320 x 240 pixel, i più avanzati raggiungono i 640 x 480 pixel o risoluzioni superiori. Un valore più basso è adeguato per una connessione a “banda ristretta” come quella dei tradizionali modem a 56K, mentre una risoluzione più elevata può funzionare solo con le comunicazioni a banda larga come l’ADSL o la fibra ottica.

Quasi tutte le Web cam moderne si collegano al PC tramite porta USB, per cui l’installazione è molto semplice. Per parlare con il vostro interlocutore avete bisogno di una scheda audio, alla quale dovranno essere collegate un paio di casse e un microfono.

netmeeting L’ideale è disporre di una cuffia con microfono incorporato, per due ragioni distinte: il microfono sta molto più vicino alla bocca e quindi abbiamo libertà di movimento con la testa e gli auricolari evitano che i suoni emessi dagli altoparlanti provochino un fastidioso effetto di eco.

Perché tutto funzioni correttamente aggiustate i parametri di entrambi i dispositivi con il mixer che è incorporato in Windows, che si apre facendo clic sulla piccola icona a forma di altoparlante che sta a fianco dell’orologio.

Se l’icona non compare, aprite il menu Start/Pannello di controllo/ Suoni e periferiche audio e mettete il segno di spunta a fianco della voce “Icona volume sulla barra delle applicazioni”. Aggiustate le barre del volume per l’uscita e l’ingresso dell’audio, che sarà bene impostare sui valori medi per evitare distorsioni; spesso il microfono è disattivato per risparmiare memoria di sistema, ma basta mettere il segno di spunta per riattivarlo.



I programmi Una sessione di videoconferenza è una connessione di tipo “punto a punto”, vale a dire che entrambi i partecipanti devono essere connessi direttamente a Internet e disporre di indirizzi IP pubblici (cioè di quegli indirizzi numerici unici ed esclusivi che servono a identificare un particolare computer all’interno della Rete).

Senza questo indirizzo la connessione diretta e bilaterale non è possibile. La maggior parte delle volte che vi connettete a Internet, lo fate attraverso un indirizzo di questo tipo, ma subentrano particolari complicazioni quando la connessione avviene, per esempio, in una rete aziendale, dove è assai probabile che i servizi di videoconferenza non siano disponibili per ragioni di sicurezza e per altri motivi tecnici.

Se però state provando a casa, su un computer direttamente collegato a Internet, potete scoprire qual è il vostro indirizzo IP seguendo il percorso Start/ Programmi/Accessori/ Promt di MS-DOS (o Prompt dei comandi).

Digitate il comando “Winipcfg” o “Ipconfig”, a seconda della versione di Windows che avete installato e prendete nota del numero composto da quattro gruppi di cifre, potrà servirvi in seguito. Per fare videoconferenza è ovviamente necessario disporre di un programma dedicato, ma curiosamente questo è un problema di facile soluzione. Windows ha già il programma adatto, che si chiama Microsoft NetMeeting. Permette di connettersi ad altri utenti in tempo reale e di conversare attraverso la tastiera, la voce e le immagini, mentre ulteriori funzioni permettono l’utilizzo di una lavagna condivisa, l’invio e la ricezione di file, la condivisione delle applicazioni e dei documenti e via dicendo. Se non trovate il programma nel vostro sistema operativo, potete scaricarlo gratuitamente all’indirizzo microsoft.com

La configurazione Quando aprite NetMeeting la prima volta, vi saranno poste una serie di domande. La prima è se desiderate avviare automaticamente una sessione di videoconferenza contattando un elenco di servizi predefiniti da Microsoft, ma configurabili a piacere, accedendo alle opzioni di configurazione del programma.

La seconda finestra vi chiede i vostri dati personali, che non devono necessariamente essere quelli reali: saranno infatti a disposizione di un pubblico molto vasto, è buona norma Microsoft NetMeeting - Downloadevitare di diffondere informazioni sensibili per cui limitatevi a scrivere il minimo necessario. Da ultimo, vi verrà chiesta la velocità della nostra connessione a Internet.




Con questo valore, il programma configurerà l’audio e il video per ottimizzare i trasferimenti. Al termine della configurazione siete pronti per effettuare la prima chiamata: controllate che la Web cam vi inquadri bene, date una rinfrescata a trucco e pettinatura e preparatevi, perché tra poco sarete on-line.

Download gratis di Netmeeting dal sito del produttore Microsoft