Caratteristiche da valutare per acquisto di una Fotocamera


Obiettivo: Oltre a quello fornito di serie, valutate il parco obiettivi del venditore, per vedere se ci sono le lenti che potreste desiderare in futuro e, soprattutto, scoprire quanto costano.descrizione dei comandi della fotocamera

Otturatore: Chi fa foto d’azione ha bisogno di tempi rapidissimi, anche di 1/2000 o 1/4000. Chi fa paesaggio o esposizioni in notturna (stelle, fulmini, fuochi d’artificio) necessita di pose lunghe e lunghissime. Verificate che ci sia la “posa B”, ovvero “a lunghezza indefinita”, che mantiene aperto l’otturatore fino a che non viene dato ordine di chiuderlo.

Stabilizzatore: Se è nel corpo macchina, tutti gli obiettivi (anche preesistenti) saranno stabilizzati. Se è nell’obiettivo, ogni lente va acquistata in versione stabilizzata. Olympus, Pentax e Sony hanno il corpo stabilizzato. Canon e Nikon stabilizzano i singoli obiettivi.



Velocità: La velocità di scatto a raffica è fondamentale per chi fa riprese di sport e azione. Oltre alla cadenza (ovvero il numero di scatti al secondo) è importante sapere quanti scatti può durare la raffica prima di riempire il buffer della macchina. Ovviamente, il numero in RAW è molto più basso che quello in JPEG; le macchine più veloci possono scattare a raffica fino a riempire la scheda di memoria.

ISO: La sensibilità della macchina è molto importante per chi fotografa spesso in condizioni di luce scarsa. La maggior parte delle reflex ha una gamma da 100 a 1.600 ISO, ma alcune possono essere impostate a 3.200 ISO e oltre. Ovviamente, all’aumentare degli ISO aumenta il rumore nella foto, per cui in alcuni modelli le sensibilità più alte sono difficili da usare.

Sincro Flash: Le funzioni base, come per le compatte, sono il “flash forzato” (schiarisce le ombre), e la modalità anti occhi rossi. Le macchine più sofisticate possono far scattare sulla seconda tendina (utile per gli scatti in notturna con scie di luce) e possono controllare flash remoti in modalità “wireless”, dosando correttamente la luce fra le varie fonti, una caratteristica che può essere utile quando la propria abilità migliora.

Display: Misure tipiche sono 2,5”, 2,7” e 3”. Quelli più grandi sono comodi per valutare meglio le immagini, e anche per il LiveView. Importante anche la leggibilità in piena luce solare; secondario invece il numero complessivo di pixel.

LiveView: Con il LiveView, chi è abituato alle compatte si sentirà come a casa e potrà continuare a mantenere la medesima impostazione di ripresa. Attenzione però: non tutti i LiveView funzionano allo stesso modo. Alcuni spengono per qualche attimo il display per mettere a fuoco, altri usano un sistema di messa a fuoco meno preciso e veloce di quello standard.

Video: La funzione video nelle reflex economiche è di solito piuttosto sacrificata. Spesso una volta iniziata la ripresa non si possono cambiare messa a fuoco e diaframma: la focale ovviamente sì, essendo un comando meccanico.Verificate la risoluzione (dev’essere almeno 720p) e la cadenza di ripresa (non meno di 25 fps).

Programmi: I programmi preimpostati rendono più semplice l’uso della reflex a chi proviene dalle compatte e non ha seguito corsi di fotografia (o magari è semplicemente pigro…). I programmi più usati sono “ritratto”, “paesaggio” e “sport”, ma alcune macchine arrivano a contenere anche 30 modalità diverse. Date un’occhiata all’elenco riportato nel manuale per verificare se ci sono tutte le situazioni che ritenete vi troverete a riprendere più spesso.



Pulizia sensore: Cambiando l’obiettivo può entrare polvere nella macchina e finire sul sensore. Per questo motivo molte macchine dispongono di un sistema di pulizia automatico. Il migliore al momento è quello di Olympus. Se il sistema incorporato non bastasse, si dovrà ricorrere alla pulizia manuale del sensore, operazione delicata che è preferibile lasciar eseguire a personale esperto.

Correzione diottrica: Se non usate il LiveView e inquadrate con il mirino tradizionale, verificate che questo disponga di correzione diottrica, in modo da correggere eventuali difetti di vista: molti mirini economici sono troppo piccoli per essere usati comodamente con gli occhiali indossati.

 

Caratteristiche da valutare per acquisto di una fotocamera