Backup e ripristino di Internet Data Center



backup e rispristino
Viene descritta la soluzione Microsoft® di backup e ripristino di Internet Data Center (IDC). Vengono inoltre presi in esame i principi e le strategie dei centri dati, nonché i metodi di valutazione per la scelta dei dati da sottoporre a backup in un ambiente Internet Data Center.

La soluzione consigliata prevede l’utilizzo del software CommVault Galaxy in ogni VLAN (Virtual Local-Area Network) di Internet Data Center.

Vengono spiegate le funzionalità del software Galaxy e la progettazione della soluzione, compresi i dettagli della pianificazione e le procedure di configurazione richieste per la corretta implementazione di questa soluzione di backup e ripristino.



Oltre a quanto sopra menzionato, in questo modulo viene descritto come distribuire questa soluzione di backup e ripristino consigliata per i centri dati basati sul sistema operativo Microsoft Windows®.

Viene presentata una panoramica del processo di distribuzione e vengono date istruzioni dettagliate per la configurazione di CommServe, MediaAgent e dei vari iDataAgent utilizzati nell’ambiente Internet Data Center.

Viene anche descritto CommCell Console, utilizzato per l’amministrazione di base di iDataAgent.

Nel modulo vengono inoltre prese in esame le operazioni di gestione, compresa l’impostazione di avvisi, il controllo dei report, la gestione di backup, ripristini e supporti. Da ultimo, vengono descritte ulteriori opzioni di configurazione del sistema, in aggiunta a quelle implementate per impostazione predefinita durante l’installazione del prodotto.

  • Progettare e distribuire i moduli principali e le funzionalità del software CommVault Galaxy.
  • Distribuire gli agenti CommVault Galaxy per Exchange e SQL Server™
  • Amministrare il software CommVault Galaxy.
  • Gestire backup, supporti e ripristini.

Ambito di applicazione

Questo modulo si applica ai prodotti e alle tecnologie seguenti:

• Sistema operativo Microsoft Windows dotato del software CommVault Galaxy



Progettazione di backup e ripristino

L’architettura Internet Data Center è progettata per offrire la massima flessibilità e affidabilità. È tuttavia essenziale effettuare backup adeguati per poter ripristinare i dati e la configurazione del sistema in caso di errore irreversibile. È impossibile prevedere ogni eventuale danno o interruzione che potrebbe colpire un centro dati, per cui è estremamente importante pianificare una strategia per il ripristino di emergenza.

La quantità dei dati memorizzati negli ambienti Internet Data Center è variabile, ma può arrivare a diversi terabyte e anche il numero degli utenti supportati può aumentare. In un ambiente in costante evoluzione, è fondamentale garantire la disponibilità delle applicazioni mission-critical, ridurre al minimo i tempi di inattività e gestire in maniera efficiente l’accresciuta dipendenza dai numerosi livelli.
Strategie di backup

Al momento di pianificare la soluzione di backup, è opportuno considerare diversi fattori, tra cui:

• Esclusione dei file non necessari
• Scelta dell’orario appropriato
• Scelta del tipo  di backup
• Scelta del supporto di archiviazione appropriato

Soluzioni software per il backup e il ripristino

Esclusione dei backup non necessari

Quando si progetta una strategia di backup, si potrebbe essere tentati di effettuare una copia generale completa di ogni server nell’ambiente. Tenere tuttavia presente che l’obiettivo è riuscire a ripristinare correttamente l’ambiente dopo un’interruzione o un danno. Pertanto, la strategia di backup deve essere mirata a raggiungere i seguenti obiettivi:

  1. I dati da ripristinare devono essere facilmente individuabili.
  2. Il ripristino deve essere quanto più rapido possibile.

Il backup indiscriminato di ogni server comporta il ripristino di un grande volume di dati. Anche se i prodotti di backup e archiviazione su nastro attualmente disponibili permettono un rapido recupero dei dati, nell’eventualità di dover ripristinare tutto da nastro i tempi di inattività potrebbero allungarsi. La maggior parte dei prodotti di backup, ad esempio, richiede la procedura seguente:




  • Reinstallazione del sistema operativo.
  • Reinstallazione del software .
  • Ripristino.

 

Maggiore è il numero di file sottoposti, più lunghi saranno i tempi di backup e, cosa più importante, anche il ripristino dei file richiederà molto più tempo. In caso di danno, il tempo è un fattore vitale per cui è fondamentale che il processo di ripristino sia il più breve possibile. Inoltre, i backup voluminosi che vengono effettuati regolarmente influiscono in maniera negativa sulle prestazioni della rete, a meno che non si istituisca una rete di backup dedicata.

Dopo aver stabilito la strategia di backup ottimale per l’ambiente, è indispensabile eseguire una prova di ripristino sull’intera rete di prova. La prova serve a identificare le eventuali aree problematiche e permette di acquisire un’esperienza utile in materia di ripristino dei sistemi nell’ambiente Internet Data Center, senza la pressione di dover rimettere in linea un sistema di produzione.

L’interfaccia CommVault Galaxy, descritta dettagliatamente più avanti in questo modulo, semplifica l’identificazione dei dati, permettendo così di selezionare i dati appropriati da sottoporre a backup e di ripristinare per primi quelli critici.

Scelta dell’orario appropriato per effettuare la copia di sicurezza

Il backup di un ambiente e-commerce non equivale al backup di un’infrastruttura LAN (Local Area Network) aziendale. In una LAN aziendale, l’utilizzo della rete viene generalmente ridotto al minimo al di fuori dell’orario di ufficio standard. In un ambiente e-commerce, l’utilizzo aumenta di norma nelle prime ore serali e può protrarsi con gli stessi volumi fino alle prime ore del mattino, specie se la base di clienti abbraccia diversi fusi orari. Per questi motivi, potrebbe essere difficile identificare un orario ideale per effettuare il backup dell’ambiente. Per ridurre l’impatto sui clienti Web, attenersi alle seguenti linee guida:

  1. Pianificare copia di sicurezza al di fuori delle ore di utilizzo di punta del Web.
  2. Non effettuare il backup di dati non necessari.
  3. Effettuare prove regolari di operazioni di ripristino su una rete di prova per controllare la correttezza dei backup.

Scelta del tipo appropriato di backup

I tre tipi principali di backup sono:

  • normale
  • incrementale
  • differenziale

Il software CommVault Galaxy fornisce inoltre due tipi di backup che agevolano il processo di copia di sicurezza e consentono di risparmiare tempo nell’intervallo di backup critico:

  1. della copia ausiliaria
  2. completo sintetico

Backup normale

(o completo) tutti i file selezionati vengono copiati e contrassegnati come sottoposti a backup, in altre parole l’attributo di archivio viene cancellato. Nei backup normali, per il ripristino di tutti i file è richiesta solo la copia più recente del file o del nastro di backup. Un backup normale viene in genere effettuato la prima volta che si crea un set di backup.

Backup incrementale

vengono sottoposti solo i file creati o modificati dall’ultima copia di sicurezza normale o incrementale. I file vengono contrassegnati come sottoposti a backup, in altre parole, l’attributo di archivio viene cancellato. Se si utilizza una combinazione di backup normale e incrementale, per il ripristino di tutti i dati sono richiesti l’ultimo set di backup normale e tutti i set di backup incrementale.

Backup differenziale

vengono copiati solo i file creati o modificati dall’ultimo backup normale o incrementale. I file non vengono contrassegnati come sottoposti a backup, in altre parole l’attributo di archivio non viene cancellato.

Backup E Ripristino Di Sistemi

Copia ausiliaria

Una copia ausiliaria (o secondaria) è una copia dei dati di sicurezza. I dati copiati sono una immagine reale della copia di backup principale e possono essere utilizzati come copia di backup pronta all’uso nel caso in cui i server, le periferiche e i supporti del backup principale vadano perduti o distrutti. Le copie principali e secondarie utilizzano supporti diversi e spesso librerie di backup diverse.

Backup completo sintetico

sono utilizzati principalmente per migliorare le prestazioni delle operazioni di ripristino in quanto, perché il ripristino riesca, è necessario un solo backup.

Vantaggi e svantaggi di ogni tipo di backup

Al momento di stabilire quale tipo di backup effettuare, è opportuno valutare l’impatto sulla larghezza di banda della rete e il tempo richiesto per il ripristino dei dati.

Nella Tabella  sono descritti i vantaggi e gli svantaggi di ogni tipo di backup a confronto.

 

Tipo VantaggiSvantaggi
Normale (completo)Dato che i file si trovano nel supporto di backup corrente, è più facile individuarli. Per il recupero dei file è richiesto solo un supporto o un set di supporti.Richiede molto tempo. Se i file non vengono modificati spesso, le copie sono quasi identiche.
IncrementaleQuesto è il metodo che richiede la minore quantità di dati da archiviare.Il ripristino dell’intero sistema potrebbe richiedere più tempo di quello richiesto quando si utilizza il backup normale o differenziale.
DifferenzialeCopia di sicurezza è più rapido rispetto a quello normale.Il ripristino dell’intero sistema potrebbe richiedere più tempo di quello richiesto quando si utilizza il backup normale. In presenza di modifiche consistenti, la copia di sicurezza potrebbe richiedere più tempo rispetto a quello incrementale.
Copia ausiliariaVengono create copie esatte dei nastri di backup per la ridondanza.
Completo sinteticoI tempi di backup e ripristino sono ridotti.

 

Ripristino Del Server Locale

Duplicare I DVd – Backup