Animazione 3D grafica tridimensionale nella cinematografia


La realizzazione e l’animazione di oggetti tridimensionali attraverso il computer si è sempre rivelata un processo lungo e dispendioso, in quanto all’inizio gli unici computer in grado di gestire questo tipo di operazioni erano costosissimi (Silicon Graphics) e dotati di sistemi operativi Unix. Anche i software per il disegno e l’animazione tridimensionali erano molto complessi (a causa del sistema operativo Unix, di difficile comprensione senza un’appropriata preparazione) e dai prezzi proibitivi per qualsiasi privato.

La realizzazione di una modesta animazione imponeva un ingente dispendio di operatori e mezzi, sostenibile solo da poche ditte specializzate, spesso finanziate da ricche produzioni cinematografiche. Nonostante gli altissimi costi iniziali, la grafica tridimensionale computerizzata si è andata diffondendo sempre di più, soprattutto nel campo del cinema e della pubblicità. Questo fenomeno ha portato a uno sviluppo continuo dei software dedicati all’animazione, rendendola sempre più facile e comprensibile, ma soprattutto compatibile con i sistemi operativi più diffusi, come Windows e Mac OS.
L’inarrestabile evoluzione dei personal computer ha poi portato a un notevole incremento di potenza anche nelle macchine più economiche, tanto che oggi si possono ottenere animazioni di buona qualità, sebbene di breve durata, anche sul computer di casa (dove si consiglia comunque l’impiego di modelli tridimensionali non troppo complessi).


In ogni caso va ricordato che i processi necessari alla realizzazione dei rendering per ogni fotogramma sono ancora molto lunghi nonostante l’impiego di pc potenziati a questo scopo, senza dimenticare che la gestione delle operazioni non è semplicissima e impone una buona conoscenza delle tecniche di disegno tridimensionale CAD. Inoltre, è importante una preparazione specifica sul pacchetto che si desidera utilizzare, soprattutto nella conoscenza degli strumenti principali impiegati nelle diverse fasi della preparazione dell’animazione e dei suoi parametri.
I pacchetti presi in esame sono: questi programmi rappresentano il meglio del software di animazione tridimensionale in commercio per la piattaforma Windows XP, permettendo di soddisfare qualsiasi tipo di impiego anche a livello professionale.

STRUMENTI PER IL DISEGNO 3D
Tutti i programmi provati dispongono di più moduli per la creazione e la modifica degli oggetti tridimensionali impiegati nelle scene. In questo caso il software che si è rivelato più completo risulta Cinema 4D dell’americana Maxon, che nella versione Full include un ricco numero di espansioni, fornite con il programma ma da installare separatamente, per offrire tutti gli strumenti necessari nei processi creativi.

In particolare, è da segnalare il modulo Body Paint, un’espansione che permette al programma di Maxon di creare (in modo assistito) persone e parti anatomiche senza tralasciare il dettaglio dell’abbigliamento.Questa funzione è completata da un sistema di colorazione delle pigmentazioni dei diversi tessuti presenti sul corpo umano: uno strumento dall’interfaccia intuitivo e ricco di effetti fotorealistici. Anche Maya 5 si rivela dotato di potenti strumenti di disegno e di modifica delle primitive solide, in particolare offre un controllo facile e parametrico per la creazione e la deformazione delle superfici complesse come le NURBS, grazie all’impiego di menu, attivati da tastiera e visualizzati direttamente nelle aree operative del modello.
È importante ricordare che gli strumenti di disegno offerti dai software dedicati ai processi di rendering e di animazione tridimensionale non sono particolarmente indicati nella realizzazione delle architetture e dei veicoli: la creazione di questi particolari oggetti 3D è consigliabile attraverso l’impiego di più tradizionali software CAD come Autocad, Solid Edge e molti altri. In effetti, i tre pacchetti provati offrono una ricca varietà di strumenti focalizzati sulla creazione e la modifica di personaggi di fantasia, realizzati principalmente attraverso oggetti tridimensionali NURBS.

Questi particolari oggetti sono composti da numerose superfici indipendenti, che permettono una forma di modellazione di tipo plastico. Sono particolarmente indicate nella costruzione di volti e di altre forme “morbide” di una certa complessità. Un altro elemento importante nella costruzione dei personaggi 3D è la dotazione e la qualità degli strumenti di modifica offerti dal software. A loro sono dovuti tutti gli effetti dinamici che compongono l’animazione tridimensionale finale. Complessivamente, i tre pacchetti testati si sono rivelati tutti ben dotati di strumentazione per il disegno tridimensionale, ma Maya si è rivelato alla fine il più preciso e affidabile nei processi di creazione e modellazione degli oggetti 3D.

I tre pacchetti di animazione 3D in prova offrono una qualità complessiva altamente professionale e necessitano di una notevole esperienza specifica per poter essere impiegati correttamente. Vincitori a pari merito risultano essere Maya e 3DS Max. Seppure complessivamente diversi per caratteristiche generali, entrambi si sono rivelati leader nel loro settore specifico: Maya ha offerto una qualità inarrivabile nell’animazione definitiva, consacrandosi lo strumento privilegiato nel campo della cinematografia, mentre 3DS Max si è
dimostrato in assoluto il software più versatile e fotorealistico per il rendering e l’animazione 3D, grazie ai suoi numerosi filtri per l’importazione e l’esportazione dei modelli tridimensionali e al modulo per l’illuminotecnica Radiosity. Cinema 4D, pur offrendo una grande qualità complessiva nell’animazione, ottima per l’impiego nel cinema, non ha convinto completamente sulla sua dotazione di strumenti di controllo delle animazioni.