Accorgimenti per la creazione di un CD Audio perfetto


La giusta sequenza
Se non lo avete già fatto in fase di preparazione delle singole tracce sul disco fisso, per esempio nAccorgimenti per la creazione di un CD Audio perfettoominando i file con una sequenza numerico progressiva, adesso dovete solo fare in modo che i brani della compilation siano nel giusto ordine.

Con l’eccezione del solo Exact Audio Copy che dispone di un’interfaccia poco chiara in tal senso, tutti gli altri programmi permettono di  modificare liberamente la sequenza semplicemente trascinando i file con il mouse.

CONSIGLI per la creazione di un CD Audio perfetto

La durata della pausa
A questo punto è giunta l’ora di decidere se mettere o meno una pausa tra ogni brano e, in caso positivo,  stabilirne la durata.



Per convenzione, tutti i principali programmi di masterizzazione sono  preimpostati per inserire una pausa tra due brani musicali della durata di due secondi.

Allo stesso modo, la pausa fa sempre parte del brano che segue, mentre il primo brano è preceduto sempre  da due secondi di silenzio. Se lo si ritiene utile, è comunque possibile modificare la lunghezza di queste pause.

Indipendentemente dal programma utilizzato, di solito è sufficiente  fare clic con il pulsante destro del mouse sul nome della traccia e selezionare la voce PROPRIETÀ dal menu contestuale per avere accesso alla finestra PROPRIETÀ. Quelle di Nero, Easy CD e Win on CD contengono  un apposito campo in cui impostare manualmente il valore della durata di ciascuna pausa.

Modalità DAO
Il penultimo passaggio prima di cominciare la scrittura vera e propria riguarda, come di consueto, la selezione della modalità di scrittura. Come anticipato, l’ideale è utilizzare le specifiche Disc at  Once. Nel caso di Exact Audio Copy e Feurio, il problema non sussiste, perché, masterizzatore permettendo, questi programmi operano sempre in questa modalità di scrittura. Con Easy CD Creator, Nero Burning ROM e Win on CD, invece, bisogna impostare manualmente su DISC AT ONCE la voce METODO DI MASTERIZZAZIONE ( o simili).

Codifica di qualità
Visto che per la velocità vale quanto detto a proposito della  creazione di un CD Audio perfetto, a questo punto non vi resta che avviare il processo di scrittura e aspettare di provare con mano il risultato  finale. Specialmente nella realizzazione delle prime compilation, un ascolto attento del segnale riprodotto dal CD è molto importante e vi permetterà di trovare eventuali difetti che potranno  essere eliminati, per esempio, ricorrendo a una codifica MP3 di maggiore qualità.

Differenza c’è tra le modalità di scrittura Disk-At-Once e Track-At-Once

La scrittura su disco vergine può avvenire in due modalità: Track-At-Once e Disc-At-Once (identificate rispettivamente con le sigle TAO e DAO). La differenza sta principalmente nel comportamento in fase di scrittura: la modalità TAO scrive una traccia alla volta, facendo spegnere e riaccendere il laser del masterizzatore a ogni traccia. Risulta utile quando si vuole creare un CD audio partendo da file di tipo WAV, in quanto questo procedimento inserisce automaticamente uno spazio di un paio di secondi fra le tracce.

Con essa la modalità DAO, invece, questo non succede, perché abilita la scrittura di un CD accendendo il laser all’inizio e spegnendolo solo alla fine della scrittura di tutti i dati.



Questa modalità, quindi, è da preferire per fare copie di backup di CD musicali e, a maggior ragione, per copiare dischi dal vivo (i cosiddetti “live”).